sabato,Maggio 8 2021

Parco delle Serre, Salerno: «Serve soluzione. Grave errore ignorare la protesta»

Il consigliere regionale di Forza Italia torna sulla proposta di prolungare il periodo di tirocinio formativo per altri 24 mesi e invita a «non disperdere le competenze acquisite dai lavoratori».

Parco delle Serre, Salerno: «Serve soluzione. Grave errore ignorare la protesta»

Come era facile intuire, i tirocinanti del progetto “Natura e turismo” sono pronti ad azioni eclatanti per non rinunciare a ciò che per loro ha rappresentato un’ancora di salvataggio. Si tratta di una situazione complessa, che non va sottovalutata e che anzi richiede un intervento risolutivo».

È quanto ha dichiarato il consigliere regionale Nazzareno Salerno in merito alla ferma azione di protesta messa in atto questa mattina da un nutrito gruppo dei 49 tirocinanti del progetto avviato dal Parco naturale regionale delle Serre in collaborazione con Calabria Lavoro, e che chiedono sostanzialmente il rinnovo dello stesso tirocinio.

«Ho già avuto modo di indicare una possibile via – ricorda ora Salerno -: quella di mettere in campo un progetto della durata di 24 mesi volto all’accompagnamento ed al reinserimento nel mondo del lavoro. Questi tirocinanti, che hanno acquisito nell’ultimo anno competenze ed esperienze, non possono essere abbandonati a loro stessi, ma devono essere sostenuti».

Per il consigliere regionale «la loro opera è stata preziosa, poiché hanno permesso di riqualificare il territorio del Parco delle Serre e di renderlo maggiormente appetibile ai flussi turistici. Continuare a organizzare incontri interlocutori, che spesso saltano, significa contribuire a far alzare il livello di tensione. Questi tirocinanti, che in molti casi sono padri di famiglia senza altre fonti di reddito, vanno ascoltati: ignorarli significherebbe commettere un grave errore».

top