Stefanaconi, l’Amministrazione coinvolge i cittadini nel Bilancio partecipato

Primo incontro tra i consiglieri di maggioranza e la cittadinanza per l’esposizione delle linee guida e il recepimento dei suggerimenti utili alla redazione dello strumento di programmazione economico-finanziaria

Primo incontro tra i consiglieri di maggioranza e la cittadinanza per l’esposizione delle linee guida e il recepimento dei suggerimenti utili alla redazione dello strumento di programmazione economico-finanziaria

Informazione pubblicitaria
L'incontro a Stefanaconi
Informazione pubblicitaria

Una buona presenza di cittadini ha tenuto a battesimo l’iniziativa organizzata dall’amministrazione comunale di Stefanaconi relativa alla redazione del Bilancio di previsione con la partecipazione della popolazione, il cosiddetto Bilancio partecipato. 

Informazione pubblicitaria

Nell’introdurre i lavori, il capogruppo di maggioranza, Domenico Barbalaco, ha inteso sottolineare «l’importanza dell’iniziativa in un’ottica di partecipazione attiva dei cittadini alla vita democratica del paese» precisando come la stessa «s’inserisca in un ormai consolidato modo di agire dell’Amministrazione che rispecchia un nuovo modo di fare politica». 

Il sindaco Salvatore Solano ha poi incentrato il suo intervento sulla disamina dei problemi che condizionano gli Enti dal punto di vista economico-finanziario, «dovuti perlopiù – ha detto – alla riduzione di trasferimenti agli enti locali, all’evasione delle tasse accumulata negli anni». Solano ha poi sottolineato, con soddisfazione, di aver raggiunto l’equilibrio di bilancio per l’anno 2018, «grazie anche a precise scelte politiche. Oltre ai risparmi sulla gestione dei servizi, ciò che ha consentito all’Ente di poter avere circa 30.000 euro di economie da spendere è la scelta di non esternalizzare il servizio di ragioneria, assumendone direttamente la responsabilità finanziaria ed amministrativa. Tale somma sarà destinata ai vari capitoli di spesa». 

Nell’illustrare ai cittadini gli interventi messi in cantiere e le opere che partiranno a breve, il sindaco, ha annunciato l’acquisto da parte del Comune di mezzi necessari ad intervenire nella manutenzione delle strade e nei servizi da offrire ai cittadini, «specie per quanto riguarda le strade di campagna, ormai al limite della praticabilità. Una simile scelta – ha detta del sindaco – è necessaria, altrimenti i costi sarebbero troppo esosi per casse comunali quasi all’asciutto». 

Un altro intervento ha riguardato l’intenzione dell’Amministrazione d’intervenire sulla riscossione dei tributi, e sulle truffe dell’acqua, annunciando verifiche sui contatori con relativa sostituzione di quelli illeggibili. Infine, per voce del presidente del consiglio, Fortunato Cugliari, ai cittadini è stata fornita contezza delle risorse disponibili da destinare ai vari capitoli di spesa. Aperto il confronto, i presenti hanno potuto prendere la parola e dire la propria su come utilizzare tali fondi. Alcune idee sono arrivate dal parroco, padre Carmelo Andreacchio, da Giovanni Battista Bartalotta del Portale Franza e da altri cittadini, che con i propri interventi hanno arricchito l’incontro e dato indicazioni, interamente recepite dall’Amministrazione, su come spendere parte delle somme a disposizione.