Carattere

Intervento chiarificatore dopo le pressioni sul suo conto: «Voglio essere libero di fare politica per passione e al servizio del territorio. Non mi rivedo in nessuno degli schieramenti in campo»

Vincenzo Mirabello
Politica

«Oggi nessuno si iscrive più ad un partito. Per fortuna, le ideologie sono finite, non siamo negli anni ’70 quando si era comunisti, socialisti, ecc. E la politica non si fa solo nei partiti. La si fa anche nella propria dimensione professionale, nel rapporto con la comunità. Io faccio politica con la gente e tra la gente ma oggi non sto in nessun partito perché non credo in nessun partito». È quanto ha dichiarato l’imprenditore vibonese Vincenzo Mirabello esponendo pubblicamente la propria posizione in quanto sollecitato da più parti ad esprimere la propria appartenenza politica

«Io ho deciso di fare politica, quindi, nelle scelte delle cose che faccio quotidianamente ma sempre partendo dal presupposto che non sto su un piedistallo per dare lezioni. Ritengo doveroso fare tutto il possibile per il bene del territorio, per la mia terra e per la sua gente con la quale sono costantemente in contatto. Mi fermo ed ascolto sofferenze, lamentele e carenze di un sistema che non funziona e che soffre per mancanza di sviluppo e sicurezza. Non ho mai chiesto di occuparmi di politica. Ci sono entrato per caso. E poi ci sono rimasto per un obbligo morale, di fronte alla sofferenza della gente che mi sta attorno. Per questo ho deciso che sarò sempre e solo al servizio del mio territorio e non poltrona. Quando dovrò essere identificato con qualcuno renderò serenamente pubblica la mia decisione».