sabato,Settembre 25 2021

Vaccini anti-Covid, è il turno di caregiver e conviventi di persone fragili

La piattaforma apre alle prenotazioni da oggi. Ecco le categorie contemplate e le patologie che rientrano nella disposizione

Vaccini anti-Covid, è il turno di caregiver e conviventi di persone fragili

Al via le vaccinazioni per le persone che assistono o convivono con un familiare fragile. Da oggi, 30 aprile, infatti, sarà possibile anche per i caregiver prenotarsi sulla piattaforma online oppure chiamando al numero verde 800 00 99 66 o mandando sms al 339-9903947 per essere ricontattati. La notizia è contenuta in una nota sulla pagina istituzionale della Regione.

Chi rientra nella categoria caregiver

Nello specifico, nella categoria dei caregiver rientrano tutti coloro che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto e il familiare convivente di soggetto affetto da “disabilità grave” – disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva, psichica), ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3, come previsto dalla tabella 2 delle “Raccomandazioni ministeriali” del 10 marzo in relazione alle priorità delle vaccinazioni anti SARS-Covid2/Covid 19.

Dalle ore 14 circa, sempre del 30 aprile, l’accesso al servizio sarà possibile anche per il genitore/tutote/affidatario di minore estremamente vulnerabili, rientrante nelle aree di patologia previste dalla tabella 1 delle raccomandazioni ministeriali del 10 marzo in relazione alle priorità delle vaccinazioni anti Covid.

Le patologie dei conviventi

Infine, nei prossimi giorni, potranno essere vaccinati i conviventi dei soggetti affetti da “condizione di estrema vulnerabilità”, rientranti nelle seguenti patologie:

malattie neurologiche (pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive);

malattie autoimmuni-immunodeficienze primitive;

patologia oncologica (pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunodepressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;

trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche.

La documentazione richiesta

Si raccomanda – conclude la nota – di presentarsi all’accettazione del centro di vaccinazione con la tutta la documentazione già compilata, disponibile in fase di prenotazione, comprensiva per questo caso specifico anche dell’autodichiarazione di caregiver o familiare convivente.

top