Laboratori analisi a Vibo, l’Asp prova ad affrontare l’emergenza – Video

Prestazioni drasticamente ridotte a causa della carenza di personale: da oggi scatta la restrizione che prevede massimo 50 prelievi al giorno. Mentre al Cup di Moderata Durant da venerdì non funzionano i computer

Prestazioni drasticamente ridotte a causa della carenza di personale: da oggi scatta la restrizione che prevede massimo 50 prelievi al giorno. Mentre al Cup di Moderata Durant da venerdì non funzionano i computer

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

All’Asp di Vibo Valentia il limite c’è ma, si scopre andando negli uffici di via Dante Alighieri, è traballante. Per l’emergenza nei laboratori d’analisi, visto che da stamattina parte il blocco fino a un massimo di 50 prelievi al giorno, sono stati convocati il primario e i suoi collaboratori, che hanno garantito una deroga solo per oggi: sono state ammesse 75 prestazioni. Una flessibilità altalenante che, però, non attenua l’esasperazione degli utenti, visto c’è chi lamenta ritardi per il ritiro dei risultati e non manca chi annuncia l’intenzione di rivolgersi alle strutture private. Solo che anche questi laboratori rischiano di andare in sofferenza, come argomenta il direttore sanitario del Centro Nusdeo, Sergio Pacetti, che spiega che da fine settembre, visto il surplus di lavoro che prevedono, i prelievi potrebbero avvenire fuori budget costringendo gli utenti a pagare per intero il servizio. Codice rosso in arrivo anche al Pronto soccorso, però, visto che – come dichiara il direttore generale Elisabetta Tripodi – mancano medici e il recente sblocco del turn over, determinato dal Decreto Calabria, non risolve nell’immediato la situazione. Non mancano altri disservizi, però, e questa volta non c’entrano le risorse umane, bensì le macchie: al Cup di Moderata Durant, da venerdì, non funzionano i computer.  

Informazione pubblicitaria