L’ospedale di Serra avrà la seconda ambulanza, esulta il sindaco Tassone

Il primo cittadino commenta entusiasta la notizia: «Colmerà una lacuna per la cui cancellazione ci siamo battuti sempre con costanza e determinazione»

Il primo cittadino commenta entusiasta la notizia: «Colmerà una lacuna per la cui cancellazione ci siamo battuti sempre con costanza e determinazione»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Dalla prossima settimana, l’ospedale di Serra San Bruno sarà dotato della seconda ambulanza, debitamente equipaggiata, che consentirà di colmare una lacuna per la cui cancellazione ci siamo battuti sempre con costanza e determinazione». Il sindaco della citta della Certosa Luigi Tassone ringrazia il direttore generale reggente dell’Asp di Vibo Valentia, Elisabetta Tripodi, per «aver mantenuto gli impegni presi e sottolinea l’importanza della disponibilità della seconda ambulanza per l’intero comprensorio, precisando che l’attenzione rimarrà elevata. Non abbiamo mai arretrato di un millimetro – sostiene Tassone – rispetto alla nostra legittima richiesta. La seconda ambulanza è assolutamente indispensabile in un territorio come il nostro che ha bisogno di un baluardo certo di tutela della salute. I diversi episodi che si sono verificati hanno messo ulteriormente in luce una carenza che non potevamo sopportare e che finalmente non ci sarà più». Quanto alla più generale situazione del “San Bruno”, Tassone afferma che «con i lavori per i reparti di Riabilitazione e Lungodegenza potrà essere fornita una prima risposta rispetto alle richieste di implementazione sanitaria – aggiungendo che – terremo sempre alta la guardia per assicurare alla nostra comunità il rispetto del fondamentale diritto di salvaguardia della salute. Anche se la strada è ancora lunga – conclude Tassone – registriamo primi segnali positivi, che, se accompagnati da azioni concrete in termini di nuovi servizi, potranno consentire il recupero della fiducia degli utenti».

Informazione pubblicitaria