giovedì,Ottobre 6 2022

Non c’è Pfizer e salta la dose booster, giovane vibonese rischia di non poter raggiungere in bus la scuola

Mezzi pubblici off limits senza il Super green pass ma la carenza di siero rende difficile la vaccinazione per diversi ragazzi. I genitori di una allieva: «Si intervenga prima del ritorno in classe». L’Asp precisa: «Pfizer arriva, meglio prenotare»

Non c’è Pfizer e salta la dose booster, giovane vibonese rischia di non poter raggiungere in bus la scuola

La certificazione verde scadrà tra una manciata di giorni ma senza la dose booster (cioè la dose di richiamo) non sarà possibile accedere ai bus per raggiungere la scuola. È il caso di una studentessa del Vibonese che, a causa della carenza di vaccini Pfizer, non è ancora riuscita ad ottenere la terza dose aggiuntiva: «Ci siamo recati – spiegano i genitori – in tre diversi hub vaccinali della provincia ma siamo sempre ritornati indietro senza somministrazione perché il siero disponibile era solo il Moderna».

La carenza di Pfizer e il ritorno in classe

In particolare, sia a Ricadi, quanto a Vibo Valentia ed a Tropea, non è stato possibile inoculare Pfizer poiché i relativi centri ne sarebbero attualmente sprovvisti: «Ci è stato detto – aggiungono – che le pochissime dosi disponibili vengono messe da parte per la fascia pediatrica. Così giovanissimi di 16-17 anni rimangono scoperti. Da parte nostra – tengono a precisare – non c’è alcuna volontà di puntare il dito verso l’Asp di Vibo, né contro la dirigenza sanitaria, piuttosto mettere in risalto un problema in attesa di soluzioni tempestive, prima del ritorno in classe degli studenti».

Il super green pass per accedere ai mezzi pubblici

La questione è stata sollevata anche dalle scuole: «Come genitori siamo stati informati che alcuni istituti hanno già segnalato la scadenza del green pass per diversi studenti e l’impossibilità della dose booster a causa della carenza del vaccino Pfizer. Dall’Azienda sanitaria provinciale di Vibo sono giunte parole rassicuranti, e cioè che le dosi arriveranno nuovamente e speriamo sia effettivamente così». Da parte della famiglia c’è massima apertura e comprensione: «Vogliamo sapere come muoverci. Sappiamo che il problema riguarda non solo casi isolati di ragazzi alle prese con la necessità di esibire il super green pass sui mezzi pubblici, ma anche diversi territori fuori anche dai confini provinciali. Ad oggi – concludono – chi non è positivo al Covid-19 non è messo nelle condizioni di effettuare la terza dose».

La versione dell’Asp di Vibo

Chiara la versione del commissario Asp, Maria Pompea Bernardi: «Pfizer – specifica la dirigente – arriva in genere mercoledì e si consuma velocemente». La tempistica, a giudizio della Bernardi, gioca un ruolo fondamentare: «Se si va nei palazzetti nella giornata di giovedì non ci sono problemi, soprattutto – specifica – dietro prenotazione».  

Una situazione in ogni caso per nulla ottimale e che mostra tutti i limiti di un sistema andato in tilt anche a livello nazionale.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, le regole su Green pass e quarantena per i positivi

Articoli correlati

top