lunedì,Giugno 27 2022

Covid, in Calabria sale l’occupazione nei reparti ospedalieri. Intensive al 12%

I dati forniti dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. La Calabria tra le regioni che registrano i peggiori risultati

Covid, in Calabria sale l’occupazione nei reparti ospedalieri. Intensive al 12%

L’occupazione dei posti nei reparti ospedalieri di ‘area non critica’ da parte di pazienti Covid risale al 15% in Italia (un anno fa era al 43%) e, nelle ultime 24 ore cresce in 9 regioni, superando in 7 il 20%: Abruzzo (21%), Calabria (34%), Umbria (32%), Basilicata (28%), Sicilia (25%), Marche (23%), Puglia (21%).
L’occupazione delle terapie intensive, invece, è stabile al 5% in Italia a fronte del 40% raggiunto un anno fa, ed è sotto il 10% in tutte le regioni, eccetto la Calabria dove sale di 2 punti percentuali e raggiunge il 12%. Questi i dati dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) del 28 marzo 2022.

A Vibo Valentia in base agli ultimi dati diffusi dal bollettino regionale le persone attualmente positive sono16.103, 18 i ricoveri nei reparti ordinari. 159 le vittime del virus da inizio pandemia.

Articoli correlati

top