Concorso per Oss a Vibo, nuovo sit-in di fronte all’Azienda sanitaria – Video

Gli idonei in graduatoria si sono ritrovati ancora una volta per chiedere rassicurazioni ai vertici aziendali che però hanno ribadito come le assunzioni siano state congelate dalla struttura commissariale 

Gli idonei in graduatoria si sono ritrovati ancora una volta per chiedere rassicurazioni ai vertici aziendali che però hanno ribadito come le assunzioni siano state congelate dalla struttura commissariale 

La protesta degli Oss davanti all'azienda sanitaria
Informazione pubblicitaria

C’è un concorso bandito dall’Asp di Vibo Valentia nel 2016 e, dopo tutto questo tempo, chi l’ha vinto non è stato assunto. Ed è per questo che gli operatori socio sanitari che aspettano il posto, continuano il pellegrinaggio della speranza negli uffici di via Dante Alighieri, e neanche questa volta le informazioni ricevute sono rassicuranti. Il direttore generale facente funzioni, Elisabetta Tripodi, ha comunicato infatti che vi è il blocco alle assunzioni imposto dal commissario Saverio Cotticelli, ragion per cui – a graduatoria già pubblicata sul sito dell’Asp – occorrerà attendere altri 15 giorni almeno per riunire un tavolo tecnico convocato. L’attesa e la rabbia, la delusione e la speranza, diventano quindi il mix di sentimenti che intesse l’assemblea spontanea formata durante il sit-in. Nel mirino il “Decreto Calabria” voluto dall’ex ministro Grillo, giudicato inutile dai lavoratori. Gli Oss vibonesi, in rappresentanza dei 280 idonei, si sono rivolti alla politica e alle istituzioni locali vibonesi chiedendo un sostegno alla loro mobilitazione, mentre al nuovo ministro Speranza rivolgono un’istanza precisa: «Dica a Cotticelli di fare assunzioni nei posti che servono veramente».     

Informazione pubblicitaria