giovedì,Luglio 29 2021

Gara di solidarietà per l’ospedale di Vibo, consegnati due dispositivi Hfnc

Il reparto di Malattie infettive Covid potrà ora beneficiare dei dispositivi per l’ossigenoterapia ad alti flussi che, ad emergenza finita, potranno risultare utili anche in ambito pediatrico

Gara di solidarietà per l’ospedale di Vibo, consegnati due dispositivi Hfnc

Prosegue la fornitura di apparecchiature mediche a favore dell’ospedale Jazzolino di ViboValentia avviata grazie alla campagna di raccolta fondi lanciata da AssociazioneValentia, CalabriaFood e WelcometoFavelasVibo, che ha visto la partecipazione di decine di imprese del territorio e centinaia di donatori.

Nella giornata odierna sono stati infatti consegnati due dispositivi Hfnc per l’ossigenoterapia ad alti flussi tramite nasocannule. Spiegano i promotori: «Al fine di poter ottimizzare al meglio le risorse economiche, frutto della generosità dei donatori, e dopo esserci consultati con il direttore sanitario dell’ospedale Michelangelo Miceli e con i medici impegnati nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19 attualmente ricoverati presso l’ospedale cittadino, abbiamo acquistato due apparecchiature HFNC utili a garantire un’adeguata ventilazione alveolare attraverso l’ossigenazione ad alti flussi».

Da oggi, si aggiunge, «grazie a questa donazione, il nostro reparto di malattie infettive Covid, disporrà di una metodica moderna che negli ultimi anni ha suscitato notevole interesse. Le linee guida redatte dalla “Society of critical care medicine” per la gestione dei pazienti adulti affetti da Covid-19, raccomandano l’ossigenazione ad alti flussi in pazienti con insufficienza respiratoria acuta nonostante la terapia convenzionale di ossigeno e che non necessitano di ventilazione artificiale invasiva. Si tratta di una strumentazione innovativa che può migliorare l’efficienza della ventilazione polmonare attraverso un sistema di ossigenazione non invasivo e ben tollerato dai pazienti. Una volta finita l’emergenza coronavirus potranno essere molto utili anche in ambito pediatrico».

top