giovedì,Giugno 17 2021

Coronavirus Calabria, il bollettino della Regione del 6 maggio

Leggero incremento rispetto al giorno precedente ma situazione nella media regionale. Effettuati ad oggi quasi 40mila tamponi. Negativi quelli sui cittadini provenienti dal Nord

Coronavirus Calabria, il bollettino della Regione del 6 maggio

Tre persone positive al Coronavirus in più. È questo il dato riportato nel nuovo bollettino diramato oggi dalla Regione Calabria. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.122 (+3 rispetto a ieri), quelle negative sono 38.658. In Calabria ad oggi sono stati effettuati 39.780 tamponi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:
Catanzaro: 45 in reparto; 1 in rianimazione; 60 in isolamento domiciliare; 77 guariti; 33 deceduti;
Cosenza: 18 in reparto; 283 in isolamento domiciliare; 129 guariti; 29 deceduti;
Reggio Calabria: 17 in reparto; 2 in rianimazione; 127 in isolamento domiciliare; 97 guariti; 16 deceduti;
Crotone: 7 in reparto; 33 in isolamento domiciliare; 67 guariti; 6 deceduti;
Vibo Valentia: 51 in isolamento domiciliare; 19 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende persone provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono state dimesse. Un paziente ricoverato all’Ospedale Pugliese di Catanzaro è di Taranto. Al Policlinico di Germaneto sono stati ricoverati due pazienti provenienti da altre province. Il paziente di Cosenza ricoverato presso altre strutture (Aou Mater Domini) è microbiologicamente guarito ed è stato inserito nella provincia di provenienza (Cosenza).

Sono compresi 461 tamponi effettuati sulle persone rientrate lo scorso 4 maggio, riferiti alle 850 censite per quel giorno. Sono risultati tutti negativi. Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 6.948 così distribuiti:

Cosenza: 1410
Crotone: 1.916
Catanzaro: 1.962
Vibo Valentia: 446
Reggio Calabria: 1.214.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

top