giovedì,Giugno 17 2021

Due addetti e stop ai numerini, Ufficio ticket ancora in tilt a Vibo

VIDEO - Per via degli ingressi contingentati, diversi anziani costretti ad attendere a lungo sotto il sole. Utenti esasperati: «Così l’Asp ci spinge verso la sanità privata»

Due addetti e stop ai numerini, Ufficio ticket ancora in tilt a Vibo

Le misure di contenimento da Covid-19 mandano in tilt l’ufficio ticket di Vibo Valentia. Nuovi disagi si sono registrati questa mattina in viale Matteotti. Unico ufficio aperto al pubblico. Due sole addette allo sportello. Eliminacode disabilitato da una comunicazione alquanto singolare: «Si comunica alla spettabile utenza che per carenza di personale, i numeri eliminacode saranno tolti alle ore 10».

E non c’è solo la carenza di personale. C’è pure da affrontare l’emergenza sanitaria che prevede l’ingresso contingentato. E così gli utenti sono costretti ad attendere il proprio turno in fila sotto il sole. L’attesa supera le tre ore: «Guardate in che condizioni dobbiamo attendere il nostro turno!» esclama una donna che ci indica gli anziani in fila. [Continua]

«È il secondo giorno che vengo qui. Ieri, dopo avere atteso a lungo, sono stata rimandata a casa per un guasto al sistema». Un altro utente è seduto sul marciapiede, e non è il solo. Aspetta paziente il suo turno. «Ho un pacemaker,devotimbrare la ricetta perché ho il controllo periodico. È la seconda volta che vengo qui». Un anziano si sorregge alla ringhiera. Fa cenno al capo: «mi gira la testa» dice, ma resiste pur di prenotare la visita.

E ancora: «Mia madre doveva fare una visita alle 9, sono le 11 e io sono ancora qui…». Un’altra aggiunge: «Così facendo l’Asp ci spinge verso la sanità privata. Forse non se ne rendono conto, o forse sì… se devo fare due ore di fila, pagare il ticket, andare in ospedale e sperare che mi facciano la visita prenotata alle 9.30… sono in ritardo di due ore…».

Covid-19: gara di solidarietà per l’Asp di Vibo, il commissario ringrazia

top