Coronavirus, a Drapia una pediatra positiva: si lavora per risalire ai contatti

Sono due in totale i casi accertati nel piccolo centro. Il sindaco Porcelli invita alla calma
Sono due in totale i casi accertati nel piccolo centro. Il sindaco Porcelli invita alla calma
Informazione pubblicitaria

Continuano a crescere i casi di positività al coronavirus nel Vibonese. Gli ultimi contagi accertati sono stati riscontrati nel comune di Drapia: si tratta di due persone dello stesso nucleo familiare, di cui una lievemente sintomatica. Ma c’è preoccupazione per via del lavoro svolto da una dei contagiati: la donna, infatti, esercita come pediatra in alcuni comuni del Vibonese. La speranza è che l’alto senso di responsabilità della professionista possa prevenire l’espandersi di un focolaio. La donna, infatti, ha subito allertato le autorità competenti e si è posta in isolamento, consentendo anche di ricostruire la catena di contatti. Al momento sono tre i minori che dovranno sottoporsi a tampone per accertare un possibile contagio. Un invito alla calma è arrivato dal sindaco di Drapia, Alessandro Porcelli, il quale ha messo subito in evidenza «la grande sensibilità e professionalità della dottoressa che ha agito in maniera impeccabile. Seguendo tutti i protocolli – ha ribadito – potremmo riuscire a prevenire una possibile espansione del virus. Siamo dunque fiduciosi che la situazione rientri al più presto nella normalità». Il primo cittadino ha comunque invitato la popolazione a uscire di casa solo se strettamente necessario.