Esenzione ticket a Vibo, le contestazioni arrivano a firma del dirigente morto (VIDEO)

La paradossale vicenda coinvolge diversi utenti che ora si recano a protestare al Poliambulatorio di Moderata Durant all’apposito sportello aperto solo un giorno a settimana

La paradossale vicenda coinvolge diversi utenti che ora si recano a protestare al Poliambulatorio di Moderata Durant all’apposito sportello aperto solo un giorno a settimana

Informazione pubblicitaria

Ha dell’incredibile la modalità con cui l’Asp di Vibo Valentia sta tentando di stanare i cittadini esentati dal pagamento dei ticket che non avrebbero diritto. A chi ha dovuto beneficiare dei servizi sanitari, ed aveva fatto un’autocertificazione che ora gli uffici contestano, stanno arrivando delle lettere firmate da un direttore generale deceduto nel 2016, Florindo Antoniozzi, mentre chi vuol contestare la contestazione non ha scelta: si reca nella sede di Moderata Durant, e, quando non perde la pazienza e se ne va, fa la fila allo sportello nell’unico giorno a settimana in cui lo stesso è aperto

Informazione pubblicitaria

Molti tornano a casa senza avere le informazioni che cercano, altri, invece di arrabbiarsi con l’Asp – la cui lettera allude ad una presunta truffa ai suoi danni, facendola “firmare” a chi oggettivamente non può svolgere quella funzione – rifiutano le telecamere che raccontano il disagio