sabato,Maggio 8 2021

Continuano le donazioni per l’unità operativa Obi Covid di Vibo

La gratitudine del personale nei confronti dei tanti cittadini e di un giovane parrucchiere e dei suoi clienti che hanno permesso l’acquisto di radio trasmittenti e stufe

Continuano le donazioni per l’unità operativa Obi Covid di Vibo

Il personale dell’unità operativa Obi Covid esprime la più ampia soddisfazione, per il calore che tanti cittadini, continuano ancora a dimostrare, a distanza di un anno dall’inizio della pandemia, con la donazione di apparecchiature utili a migliorare la qualità dell’assistenza dei degenti. E’ la volta di un giovane parrucchiere vibonese, Pasquale Polito e dei suoi clienti che, in un momento difficilissimo, hanno voluto manifestare la propria solidarietà nei confronti delle persone che soffrono e verso il personale che si trova ad affrontare in prima linea questo nemico invisibile. E’ stata organizzata una riffa, il cui intero ricavato ha permesso l’acquisto di radio trasmittenti, che permetteranno al personale sanitario di comunicare in sicurezza tra le varie stanze di degenza dell’Unità Operativa, riducendo la necessità di spostarsi e di conseguenza limitando il rischio di contaminazione e di contagio. Tale raccolta ha consentito anche l’acquisto di stufe, che permetteranno un miglioramento del comfort dei locali.
Il personale sanitario tiene a precisare che, fin dall’inizio di questo terribile periodo che stiamo affrontando, ha preferito la politica delle donazioni di materiale ed attrezzature sanitarie e mai di denaro. Con piacere comunica – fa sapere il referente Obi Covid dell’Asp di Vibo, Giuseppe Gliozzi – che tutto ciò che è stato donato a partire dai quattro monitor ricevuti a finire alle ultime donazioni, è perfettamente funzionante e quotidianamente utilizzato. Grazie a Pasquale ed ai suoi clienti, ancora un grazie a tutti coloro che in questo ultimo anno ci hanno dimostrato la propria vicinanza. E’ bello che in un momento in cui è necessario mantenere la distanza, con il cuore si può essere sempre più vicini”.

Articoli correlati

top