Chiuso il tendone allestito per il Capodanno allo svincolo di Pizzo

Violazioni di legge, assenza dei requisiti di sicurezza ed assenza di Scia. Controllo congiunto da parte dei carabinieri, della guardia di finanza e dei vigili del fuoco
Violazioni di legge, assenza dei requisiti di sicurezza ed assenza di Scia. Controllo congiunto da parte dei carabinieri, della guardia di finanza e dei vigili del fuoco
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, coadiuvati dal personale dei vigili del fuoco e della guardia di finanza, hanno effettuato un’attività di controllo in un bar e alla tensostruttura mobile appositamente allestita per festeggiare il Capodanno a Francavilla Angitola, nella vicinanze dello svincolo autostradale di Pizzo nel Vibonese.

Dagli accertamenti svolti sul posto nell’ambito di un più vasto dispositivo di controllo del territorio programmato dal comando provinciale dei carabinieri in prossimità dei festeggiamenti del Capodanno,  sono state rilevate all’interno e all’esterno della struttura una serie di violazioni tra cui l’assenza dei requisiti previsti per legge per ospitare un evento del genere. Gli organizzatori, in particolare, non avrebbero presentato alcuna Scia e la struttura era priva dei requisiti minimi di sicurezza. Il tendone dove si sarebbe dovuta tenere la serata all’insegna del ballo è stato quindi chiuso e sono state elevate sanzioni per circa diecimila euro. Un intervento preventivo che ha permesso ai carabinieri di evitare gravi rischi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Informazione pubblicitaria