domenica,Giugno 20 2021

Antonella, dal 110 e lode all’Istituto di criminologia di Vibo alla Marina militare

La giovane vibonese è risultata vincitrice del concorso per allievi ufficiali ed è pronta a partire per Taranto. La soddisfazione del rettore: «Il riscatto di questa città passa attraverso lo studio»

Antonella, dal 110 e lode all’Istituto di criminologia di Vibo alla Marina militare
Antonella il giorno della laurea, insieme al rettore Saverio Fortunato

Era il 12 settembre scorso quando coronava con un 110 e lode i suoi tre anni di studio all’Istituto Italiano di Criminologia degli studi di Vibo Valentia. Oggi, Antonella Defina è pronta a partire per Taranto e iniziare una nuova avventura: il titolo acquisito a Vibo le ha infatti permesso di vincere il concorso per allievo ufficiale nella Marina militare italiana. In Puglia comincerà l’addestramento e presterà giuramento.
Un traguardo che nasce dall’impegno e la tenacia di Antonella, la quale ha avuto la possibilità di continuare gli studi nella sua città grazie a una borsa di studio elargita dall’Istituto di criminologia. Nel 2017 Antonella, appena diplomata a pieni voti al tecnico “Galileo Galilei” di Vibo, è stata indicata all’Istituto di criminologia dal corpo docenti, come studentessa meritevole di proseguire gli studi. È iniziato così il suo percorso grazie anche all’avvio, quell’anno, del corso di laurea in Scienze della mediazione linguistica indirizzo Criminologia e Intelligence. Destinataria di una delle borse di studio erogate dall’ente, ha concluso gli studi in tempo e con eccellenti risultati.

Grande soddisfazione e gioia è stata espressa dal rettore, Saverio Fortunato: «Il merito è delle professoresse Antonella Moschella e Giusy Fortuna del “Galilei” che presero a cuore le sorti post-diploma della studentessa (non tutti i docenti lo fanno) e la segnalarono a me, per la sua bravura. Una ragazza brillante e che affronta il sacrificio dello studio con serietà. La nostra laurea agevola molto nei concorsi per le materie e discipline che si studiano: diritto penale, procedura penale, diritto amministrativo, diritto costituzionale, poi le lingue, inglese e spagnolo, criminologia, intelligence e così via. Nel corpo della Marina credo che Antonella non avrà limiti nell’avanzamento della carriera. Nella nostra città il riscatto sociale passa solo attraverso lo studio e l’istituto è il mezzo per raggiunger le mete sociali alte».

Articoli correlati

top