giovedì,Giugno 17 2021

Favelloni, il paese dei murales “invaso” dai motociclisti del Reggino-Video

La passione per le due ruote ma anche la curiosità verso un territorio ricco di bellezza, al centro della tappa nel piccolo centro. Il gruppo Moto club e Scuterando Mosorrofa: «È stata una piacevole scoperta»

Favelloni, il paese dei murales “invaso” dai motociclisti del Reggino-Video
La tappa a Favelloni dei motociclisti reggini

La passione per le due ruote ma anche la ricerca di luoghi caratteristici, identitari, capaci di mostrare la bellezza nascosta della Calabria. È questo lo spirito che ha animato la tappa a Favelloni, in provincia di Vibo Valentia, di 66 motociclistici. Il borgo sito nel Comune di Cessaniti e conosciuto per i suoi murales ha infatti ospitato 44 moto che hanno animato le vie del paese per una intera mattinata. Una piccola “escursione” fortemente voluta dal Moto Club di Reggio Calabria, guidato dal presidente Franco Basile Rognetta e da Scuterando Mosorrofa, rappresentato da Marcello Verbaro. Sul posto, il gruppo ha trovato i fondatori dell’associazione Favelloni murales presieduta da Demetrio Rosace. Nelle vesti di Cicerone, Maria Canduci, referente del sodalizio culturale che ha illustrato ai presenti alcune delle opere caratteristiche del paese.

I murales di Favelloni

I murales di Favelloni raccontano la storia del territorio, il legame con la terra e il mondo contadino, i mestieri antichi. A ciò si aggiungono scene tratte dalla Bibbia e vicende provenienti dalla tradizione popolare: «Il nostro paese – ha spiegato Canduci – si è dimostrato un piccolo borgo molto attivo. Possiamo davvero dire che “a Favelloni i muri parlano”. Con il tempo – ha continuato – la produzione di nuove opere ha registrato una battuta d’arresto poiché l’associazione non riesce a far fronte economicamente alle spese ma speriamo che in futuro le cose possano cambiare grazie anche all’interessamento mostrato dal Comune».

Maria Canduci durante la presentazione dei murales

Il rilancio del borgo

Un auspicio che trova fondatezza nelle parole del sindaco Mazzeo: «Purtroppo, causa covid, non abbiamo potuto organizzare qualcosa di più grande. Ma – ha sottolineato – ci auguriamo di rivederci quando la situazione emergenziale migliorerà». E non solo. L’obiettivo «è quello di organizzare una giornata di estemporanea di pittura per creare nuovi murales» e rendere ancora più attrattivo il piccolo centro che punta a diventare una galleria d’arte a cielo aperto. Per il momento, la presenza dei motociclisti ha riempito d’orgoglio: «Abbiamo avuto il piacere di incontrare e di far conoscere il paese e la nostra storia ai motociclisti di Reggio Calabria. Rientra nei progetti dell’amministrazione incrementare tali eventi per far conoscere ancora di più il nostro territorio», ha poi commentato Antonio Nicolino nelle vesti di presidente del Consiglio comunale.

Le moto in piazza

«Una piacevole scoperta»

L’esperienza a Favelloni ha colpito i partecipanti (il video è stato realizzato dal motociclista Davide Modafferi): «Il gruppo di Moto club – ha spiegato Verbaro– aveva come destinazione Capo Vaticano. Ho consigliato, essendoci già stato in passato, una visita a Favelloni e ai suoi murales. Così è stato». Lo scopo di tutto ciò, ha tenuto a precisare il referente di Scuterando è «quello di condividere la passione per le due ruote e al contempo godere dei tesori che la nostra bellissima regione offre». Favelloni è stata una piacevole scoperta: «I murales non sono solo esteticamente suggestivi ma anche molto rappresentativi del territorio. Speriamo che questa tradizione possa continuare», ha concluso infine Verbaro nel ringraziare la famiglia Rosace e l’amministrazione comunale per l’ospitalità riservata al team.

Articoli correlati

top