domenica,Luglio 25 2021

Cessaniti in festa per San Basilio: foto e dirette social per coinvolgere gli emigrati

A causa della pandemia, molti non hanno fatto ritorno nel centro d’origine. I social hanno aiutato a unire nella devozione i cessanitesi sparsi nel mondo

Cessaniti in festa per San Basilio: foto e dirette social per coinvolgere gli emigrati

La festa patronale ha sempre rappresentato per Cessaniti un momento di ricongiungimento familiare. Quest’anno, l’insistenza della pandemia, ha tenuto lontano dal piccolo centro del Vibonese molti emigrati ma internet e i social network hanno contribuito ad accorciare le distanze. Centinaia di fedeli si sono così connessi e hanno potuto partecipare, da ogni parte del mondo, San Basilio Magno. Foto, video, dirette social (curata dal fotografo Mario Colaci): le celebrazioni del santo patrono hanno raggiunto più regioni d’Italia e poi gli Stati Uniti, l’Argentina.[Continua in basso]

Le celebrazioni per San Basilio dalla pagina fb dedicata al Santo (foto M. Cascasi)

La festa a Cessaniti

Le restrizioni per l’emergenza Covid non hanno consentito di approntare i tradizionali festeggiamenti civili che tanto hanno caratterizzato negli anni la festa patronale. Tutto è stato circoscritto alla sfera religiosa grazie alla proficua collaborazione tra il parroco don Andrea Campennì, la Confraternita, il coro e i parrocchiani. Anche la novena ha rappresentato un momento di raccoglimento molto partecipato: «È una comunità che merita tanto – ha commentato don Andrea – Hanno tanti doni, voglia di fare e un grande senso d’accoglienza». Le celebrazioni hanno registrato la presenza anche altri sacerdoti della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, il sindaco Francesco Mazzeo e il vicario generale della Diocesi don Filippo Ramondino. Quest’ultimo in particolare si è soffermato sui concetti di unità della comunità e spiritualità, elementi indispensabili per fare grandi cose. La messa della sera (in basso la diretta curata dalla signora Tripodi), poi, si è svolta all’aperto e la statua di San Basilio è stata trasferita all’ingresso della chiesa, non potendosi officiare processioni sulla base delle disposizioni emanate dal vescovo monsignor Renzo.

La statua di San Basilio dalla pagina fb dedicata al Santo (foto di M. Cascasi)

Le origini della devozione a San Basilio

Le origini della devozione verso San Basilio Magno, vescovo e teologo, sono molto antiche a Cessaniti. Nel comprensorio vibonese il culto venne importato dall’Oriente attraverso i monaci. Intorno all’VIII secolo dC, a causa dell’iconoclastia, molti religiosi infatti si rifugiarono in Calabria, Puglia e Basilicata. Qui fondarono monasteri, portando un patrimonio religioso e culturale divenuto nel tempo elemento identitario per le popolazioni. Le loro conoscenze vennero trasferite alle comunità per migliorare le condizioni economiche e di vita. A testimonianza della fede radicale nei confronti del Santo, l’antichissima chiesa – datata 1350 – sita nel centro storico di Cessaniti. [Guarda il video in basso]

Articoli correlati

top