giovedì,Luglio 29 2021

L’unione nazionale delle Pro loco a Tropea e Vibo per celebrare le bellezze di Calabria

L'Unpli ha voluto festeggiare i riconoscimenti ottenuti dalla regione a livello nazionale e non solo: dal Borgo dei borghi alla Capitale del libro, fino al platano di Curinga albero europeo dell'anno

L’unione nazionale delle Pro loco a Tropea e Vibo per celebrare le bellezze di Calabria
L'incontro Unpli a Tropea

di Rossella Galati
È stato un fine settimana all’insegna della bellezza quello che si è appena concluso per l’Unpli, l’unione nazionale delle Pro loco d’Italia. Sabato 26 e domenica 27 giugno infatti una delegazione dell’associazione che si occupa di promozione del territorio è stata in Calabria, alla presenza del presidente nazionale Antonino La Spina e di tutta la giunta, composta dal vicepresidente Fernando Tomasello, Stefano Raso, Bernardina Tavella, Max Falerni, Sandro Di Addezio, e dal segretario generale Ignazio Di Giovanna, per una serie di attività volte alla valorizzazione delle ricchezze ambientali e paesaggistiche. [Continua in basso]

La delegazione Unpli davanti il platano di Curinga

A cominciare dalla visita al Platano di Curinga per festeggiare il secondo posto al contest Tree of the year in collaborazione con Mipaaf e Mibact, proseguendo con la “festa delle pro loco nel borgo dei borghi”, Tropea, per l’incontro dal titolo “le politiche dell’Unpli per la promozione del territorio” nel palazzo Santa Chiara. Domenica invece spazio alla presentazione del volume “pro loco, risorsa per il territorio, l’impatto sociale ed economico dell’attività delle pro loco italiane” presso la sala consiliare del palazzo comunale di Vibo Valentia.

«In questo modo – ha spiegato il presidente regionale Unpli, Filiippo Capellupo – l’Unpli ha festeggiato in Calabria i tre premi per il Platano di Curinga, Tropea come borgo dei borghi e Vibo Valentia riconosciuta “città del libro”. Il quarto premio che la Calabria è riuscita ad ottenere, l’oscar italiano per il cicoloturismo 2021, lo festeggeremo questa estate in Sila con il presidente del parco nazionale della Sila e membro della commissione nazionale parchi e ambienti Unpli, Domenico Cerminara. Tre obiettivi raggiunti dalla Calabria – sottolinea Capellupo – che la portano ai primissimi posti nazionali per qualità e serietà all’interno di un’area naturale, culturale e turistica. Questo significa avere un’attenzione diversa per il territorio che prima avevano solo le Pro loco mentre ora vengono coinvolti i cittadini e le istituzioni territoriali. L’augurio è questa dimostrazione di affetto da parte dell’Unpli nazionale nei confronti della Calabria sia finalmente una ripartenza in termini di qualità e che di giustizia ad una regione che troppe volte i media trattano per altri motivi e poco trattano per la sua bellezza, la sua cultura e tutto quello che di positivo c’è».
All’iniziativa hanno inoltre preso parte il consigliere nazionale Unpli, Antonello Grosso La Valle, tutta la giunta calabrese composta da Demo Martino, Giovanna Ruggieri, Paolo Nicolazzo e Nicodemo Vitetta e circa 70 Pro loco da tutta la Calabria.

Articoli correlati

top