sabato,Novembre 27 2021

“Tendoscuola” di Portosalvo, il Cib Chiedo per i Bambini al fianco dei genitori

La presidente Francesca Guzzo: «Ragazzi sistemati in maniera improvvisata, in uno spazio esposto al sole ed alla calura di fine estate»

“Tendoscuola” di Portosalvo, il Cib Chiedo per i Bambini al fianco dei genitori

«Il Cib ha ritenuto necessario, anche per assecondare la richiesta di aiuto direttamente formulata dai genitori, sostenere le ragioni dei bambini di Portosalvo che oggi, incredibilmente, si sarebbero ritrovati a far scuola nei tendoni. Una scuola effettivamente all’avanguardia, che desse l’opportunità ai bambini di vivere a contatto con la natura, sarebbe stata certamente bene accolta. In realtà, però, la allocazione dei ragazzi è tutt’altro che idonea, essendo sistemati in maniera evidentemente improvvisata, in uno spazio esposto al sole ed alla calura di fine estate, non provvisto di adeguati servizi igienici e, soprattutto, ricco di insidie pericolosissime per i piccoli».  A parlare è Francesca Guzzo, presidente del comitato “Cib-Chiedo per i Bambini”. [Continua in basso]

«Senza trascurare, poi, – aggiunge l’interessata – che per l’adeguamento della struttura storica sono stati investiti, solo pochi mesi fa, addirittura 100mila euro mentre oggi, sorprendentemente, si appura che è addirittura inagibile, da quanto riferito dalla stampa nonostante i lavori terminati a maggio, si scopre incredibilmente a due giorni dall’inizio della scuola si scoprono lesioni strutturali che avrebbero messo in pericolo i bambini, pertanto viene dichiarata l’inagibilità, ecco la soluzione della tendopoli allestita in tutta fretta. Comprendiamo, pertanto, il disappunto dei genitori che riteniamo di dover sostenete per l’aspetto che riguarda il riconoscimento dei diritti dei bambini che, arrivando questa mattina sul posto, hanno pianto e chiesto ai genitori perché a loro non tocca una scuola vera».

LEGGI ANCHE: Scuola nelle tende nella frazione Portosalvo di Vibo, la protesta dei genitori – Video

Portosalvo, polemiche per la scuola sotto i gazebo. Il sindaco: «Orgogliosi del nostro operato»

top