martedì,Agosto 9 2022

Vazzano, il Comune chiede la riapertura della farmacia: «È un presidio indispensabile»

Gli amministratori locali ribadiscono: «La nostra comunità costituta da tanti anziani che hanno difficoltà a raggiungere altri centri»

Vazzano, il Comune chiede la riapertura della farmacia: «È un presidio indispensabile»

«Per nostro dovere istituzionale e per l’assistenza farmaceutica come diritto per tutta la nostra piccola comunità, condividiamo la prima azione intrapresa dall’amministrazione per ottenere la riapertura della Farmacia». Lo comunica l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Massa nel riportare una lettera indirizzata all’avvocato De Fina, alla prefettura di Vibo Valentia e all’Asp Vibo avente come oggetto “Fallimento Farmacia del vialetto”.

La riapertura della farmacia a Vazzano

Nella missiva, gli amministratori ribadiscono la necessità di chiedere «nell’interesse esclusivo della comunità, la riapertura della farmacia nei modi e nelle forme previste dalla legge (la numero 362/91). «La farmacia – si fa rilevare – costituisce notoriamente presidio indispensabile per le piccole comunità specie dove la popolazione, ed è questo il caso di Vazzano, è formata da persone anziane che non sono nelle condizioni di recarsi autonomamente nei comuni limitrofi».

L’allarme degli amministratori

Nella consapevolezza «che la grave situazione di disagio subita dalla comunità è destinata a protrarsi nel tempo e conseguentemente ad esplicitarsi in tutta la sua gravità stante il periodo emergenziale che stiamo vivendo – concludono – non resta altra strada che la nomina di un farmacista in possesso dei requisiti di legge».

Articoli correlati

top