sabato,Giugno 22 2024

Vibo Valentia: su corso Umberto I inaugurato “Il Giardino del pensiero”

Il progetto di arte civica realizzato dal Sistema bibliotecario vibonese, grazie al Ministero della Cultura-Direzione arti creative e al Comune capoluogo

Vibo Valentia: su corso Umberto I inaugurato “Il Giardino del pensiero”
Il percorso di arte civica "Il Giardino del pensiero"

Inaugurata l’istallazione di arte civica “Il giardino del pensiero” su Corso Umberto I a Vibo Valentia. Presenti, tra gli altri, il sindaco Maria Limardo, l’assessore comunale alla Cultura Daniela Rotino, l’artista Antonio La Gamba, l’ex direttore del Sistema bibliotecario vibonese Gilberto Floriani, rappresentanti dell’associazione Valentia. “Il Giardino del Pensiero” è un progetto creativo di arte urbana che ripercorre il passato della città, passando attraverso i giorni nostri e arrivando a dare uno sguardo al futuro. «A Vibo Capitale del Libro  – fa sapere il primo cittadino del capoluogo – sono state esposte 10 opere di artisti contemporanei per celebrare la bellezza della nostra città, il progetto è realizzato dal Sistema bibliotecario vibonese, grazie al Ministero della Cultura Direzione Arti Creative e al Comune di Vibo Valentia.  Questi artisti si sono messi in gioco e hanno aderito al nostro patto culturale donando le loro opere: l’augurio è quello che Vibo possa continuare a trasformarsi nell’ottica di un cambiamento costruttivo e che possa offrire prospettive solide ai suoi cittadini. Si vuole arrivare a una struttura sociale in cui tutti gli abitanti si possano sentire tutelati e parte di una grande famiglia».

 L’idea del Sistema  è stata di ricercare opere contemporanee che ricollegassero il passato magno greco dell’antica Hipponion con il presente e che allo stesso tempo prefigurassero lo sviluppo futuro della città.  Si è affidato a un riconosciuto artista calabrese, Antonio La Gamba, l’incarico di invitare altri artisti locali e nazionali a donare una loro opera alla biblioteca e all’architetto Emilio Magro di curare l’allestimento degli spazi di corso Umberto I.  «Abbiamo concretamente riempito dei vuoti privi di significato con un po’ di bellezza – ha sottolineato Gilberto Floriani – operazione quanto mai necessaria per migliorare la città e la sensibilità dei suoi cittadini. Un piccolo gesto per la lunga storia di Vibo, un gesto significativo per quella contemporanea».

Articoli correlati

top