domenica,Ottobre 2 2022

A Filadelfia la giornata finale del corso per operatrici di Centri antiviolenza

Gli incontri formativi vanno avanti da dicembre e sono stati organizzati nell'ambito di un progetto di "La casa di Agar", casa rifugio a indirizzo segreto che si trova nel Vibonese

A Filadelfia la giornata finale del corso per operatrici di Centri antiviolenza

Si avvicina la conclusione del corso di formazione “Sapere aude” per operatrici, o aspiranti tali, dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio e discenti delle discipline di genere e dei fenomeni di violenza contro le donne. La giornata finale si terrà domani 9 luglio, alle ore 9, nella biblioteca comunale di Filadelfia.
Il corso di formazione è stato organizzato nell’ambito di un progetto della Casa rifugio “La casa di Agar” – casa rifugio ad indirizzo segreto per donne con o senza minori vittime di violenza sita nella provincia di Vibo Valentia – gestita dall’associazione “Da donna a donna” dal mese di gennaio 2021, su sovvenzione della Regione Calabria. Il corso di formazione è stato finanziato sempre dalla Regione Calabria grazie ai fondi previsti dalla L.R. 20/2007 per la promozione ed il sostegno dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà al fine di formare nuove operatrici dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio e nuovi esperti nelle discipline di genere e dei fenomeni di violenza contro le donne. [Continua in basso]

Il percorso formativo ha avuto inizio l’11 dicembre 2021 secondo un programma – in presenza – articolato in XI moduli formativi (per un totale di 72 ore) che hanno visto la partecipazione di circa 30 iscritti/e da tutte le province calabresi, di cui 27 hanno portato a termine il percorso proficuamente.
La formazione è stata curata dalle esperte del Centro antiviolenza e Casa rifugio “Angela Morabito” di Reggio Calabria (Francesca Mallamaci, Nadia Modafferi, Francesca Stillittano e Luigia Barone) in un’alternanza di moduli che hanno spaziato dalla spiegazione della struttura organizzativa del Centro antiviolenza e della Casa rifugio alle figure professionali previste per poi passare all’approfondimento degli aspetti psicologici della violenza, i cicli, gli indicatori e la descrizione delle tipologie, gli approcci multiculturali e l’etnopsicologia, la violenza assistita e la relazione madre-bambino, i trattamenti della donna e gli approcci terapeutici. Ancora, si è esaminata la tematica delle tutele civili e penali nei casi di donne vittime di violenza, delle attività dei Centri antiviolenza e delle Case Rifugio e dei metodi di lavoro, dell’importante ruolo dell’assistente sociale e del processo di aiuto della donna vittima di violenza per poi concludere con i procedimenti a tutela dei minori presso la Procura ed il Tribunale per i Minorenni nei casi di violenza di genere ed il fondamentale lavoro di costruzione e attivazione della Rete antiviolenza.

Il corso è stato accreditato dall’Ordine degli avvocati di Vibo Valentia con il riconoscimento di 15 crediti formativi e dall’Ordine degli assistenti sociali della Calabria con il riconoscimento di 40 crediti formativi e 5 crediti deontologici. Il percorso di formazione domani si concluderà con la consegna degli attestati di partecipazione alla presenza del sindaco del comune di Filadelfia Anna Bartucca e della consigliera con delega alle pari opportunità Liliana Campisano.

Articoli correlati

top