domenica,Ottobre 2 2022

Mileto, tutto pronto per la messa in sicurezza dell’ex ospedale e dello stadio

Nelle scorse ore il Comune ha provveduto a consegnare i lavori all’impresa “Remac Srl” titolare dell’appalto. Il sindaco: «A breve al via altri cantieri»

Mileto, tutto pronto per la messa in sicurezza dell’ex ospedale e dello stadio

Al via la messa in sicurezza del sito che ospitava l’ex ospedale civile e dello stadio comunale di Mileto. Nelle scorse ore l’Ente territoriale guidato dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano ha provveduto a consegnare i lavori all’impresa “Remac Srl” aggiudicataria della gara d’appalto, alla presenza, tra gli altri, del direttore Giulia Fresca e del legale rappresentante della ditta Massimo Restuccia, affiancato dal geometra Angelo Ferraro. L’importo dei due interventi previsti ammonta a 525 mila euro. A stipulare, nella fattispecie, il contratto redatto dal segretario generale Marina Petrolo, è stato il responsabile dell’Area tecnica Domenico Marfia. «I lavori – spiega il sindaco – riguardano la messa in sicurezza di un’area che sta molto a cuore ai miletesi, atteso che il 16 luglio del 1943 proprio nell’ex ospedale furono deposti i 39 corpi esanimi delle vittime civili del bombardamento alleato. Sabato prossimo ricorrerà l’anniversario di tale tragico accadimento. Alla cerimonia parteciperà anche il colonnello Bruno Capece, comandante provinciale dei carabinieri. [Continua in basso]

L’intervento previsto – aggiunge – servirà a restituire dignità a un luogo ritenuto sacro e, nel contempo, a dare risposte ai cittadini che vivono in tale zona, anche attraverso la sistemazione della vicina fontana pubblica. Per quanto riguarda il campo sportivo, i lavori riguarderanno la demolizione e il rifacimento del muro di cinta, a ridosso della caserma dei carabinieri, e la messa in sicurezza delle strade di accesso alla struttura. Nei prossimi giorni consegneremo altri lavori, che come i precedenti saranno a totale carico dello Stato. Altrimenti, con i debiti pendenti sul bilancio comunale, non avremmo mai potuto raggiungere in così breve tempo questi importanti obiettivi di crescita e di messa in sicurezza del territorio, soprattutto di aree periferiche spesso abbandonate da tutti». L’intervento di Giordano si conclude sottolineando l’impegno dell’Amministrazione «nell’attivare pratiche di finanziamento perseguite con forza e tenacia», e con il conseguente ringraziamento ai progettisti e all’Ufficio tecnico «per gli sforzi compiuti tra mille difficoltà, per portare a compimento iniziative ritenute vitali per il nostro territorio». La ditta “Remac Srl” ha adesso 180 giorni di tempo per attivare e concludere i lavori attinenti all’ex ospedale e allo stadio comunale.

top