giovedì,Settembre 29 2022

Mileto, commemorato il 79esimo anniversario della strage di Carasace

Le 39 vittime del tragico eccidio sono state ricordate con alcune celebrazioni conclusesi ai piedi della magnolia che ne accolse temporaneamente i corpi

Mileto, commemorato il 79esimo anniversario della strage di Carasace

Settantanove anni. Tanto è passato dalla strage di civili perpetrata dagli aerei alleati in località Carasace, nelle campagne di Mileto. La triste ricorrenza è stata commemorata anche quest’anno con una serie di iniziative organizzate sul territorio dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano, alla presenza, tra gli altri, del comandante provinciale dei carabinieri Bruno Capece, del comandante della locale stazione Clelia Picascia e dell’assessore comunale al ramo Rosa Alba Gangemi. Il tragico eccidio è avvenuto il 16 luglio del 1943 e ha provocato la morte di 39 civili inermi, dilaniati per cause mai chiarite dalle raffiche di mitra sparate dai velivoli angloamericani nell’ultimo scorcio della seconda guerra mondiale. Una pagina triste di storia cittadina immortalata, con i loro scritti, dai compianti studiosi Giuseppe Occhiato e Filippo Bartuli. Le celebrazioni per la strage di Carasace sono iniziate con una messa in suffragio dei caduti celebrata nella chiesa parrocchiale della Badia da don Salvatore Cugliari. Successivamente i presenti si sono trasferiti in corteo nel piazzale della chiesa di San Michele, dove anni fa è stata posta una stele con su iscritti tutti i nomi delle 39 vittime. [Continua in basso]

Qui, a deporre una corona di fiori in loro onore ci hanno pensato il sindaco Salvatore Fortunato Giordano e il comandante di Polizia municipale Renato Parrone. L’atto finale delle celebrazioni commemorative si è consumato in un luogo dall’alto valore simbolico, nell’area dove ancora oggi persistono i resti del vecchio ospedale civile, struttura in cui in quei concitati momenti furono trasportati i corpi esanimi delle povere vittime, e tra queste molte donne e bambini. Qui, ai piedi della magnolia in cui all’epoca furono temporaneamente adagiati alcuni di questi corpi, il sindaco baby Vanessa Arena ha significativamente posto in loro memoria un mazzo di fiori. Tale iniziativa è stata preceduta dall’intervento dello studioso dell’Accademia milesia Franco Calzone, il quale ha letto alcuni stralci degli scritti in cui Occhiato e Bartuli descrivono con dovizia di particolari i momenti della strage. La città di Mileto, per il tributo di sangue versato a Carasace, ha ricevuto dalla Presidenza della Repubblica Italiana una medaglia in bronzo al merito civile.

Articoli correlati

top