mercoledì,Agosto 17 2022

A Sant’Onofrio riprendono gli eventi “Canuscimundi, oh Calabrisi”

Un viaggio nella cultura e nelle tradizioni organizzato dalla Pro loco in collaborazione con l’Uici. Previsti spettacoli teatrali, consegna di premi e momenti di dibattito

A Sant’Onofrio riprendono gli eventi “Canuscimundi, oh Calabrisi”
Una veduta panoramica di Sant'Onofrio

In piazza Umberto I, a Sant’Onofrio, da giovedì 11 agosto a domenica 14, riprenderà dopo due anni di pandemia “Canuscimundi, oh Calabrisi!”, un evento che ha arricchito per alcuni anni il cartellone culturale dell’estate del paese. Da quest’anno, sotto da direzione artistica di Paolo Massaria, la manifestazione si svolgerà proprio nel cuore del mese d’agosto, per poter allietare anche gli emigrati e coinvolgerli attraverso le esibizioni di teatro popolare, senza però trascurare le tematiche sociali, sempre evidenziate anche nel corso delle edizioni precedenti. Proprio per dare risalto al territorio, in ognuna delle quattro serate verrà assegnato il premio “Segni di Calabria”, riservato a quanti si spendono per il bene della regione, ad altrettante realtà impegnate per la crescita della Calabria. Per rimarcare l’importanza della collaborazione, la Pro loco di Sant’Onofrio condividerà il cammino con l’Uici (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) di Vibo Valentia, contando sul patrocinio del Comune e e su quello della Provincia. [Continua in basso]

Ecco il programma dettagliato degli eventi: giovedì 11 il laboratorio teatrale Uici di Vibo valentia si esibirà in “‘A nanna parturiu”, commedia divisa in due atti scritta e diretta da Paolo Massaria, con la consegna del premio “Segni di Calabria” a Clown Vip Vibo. Venerdì 12 si terrà invece il dibattito “Quale Sud…quale sociale?” con un confronto con i cittadini. Vi parteciperanno: Dalila Nesci (sottosegretaria per il Sud e la Coesione Territoriale), Tilde Minasi (assessore regionale alle Politiche Sociali), Maurizio Simone (presidente regionale Fand, ossia “Federazione tra le associazioni nazionali dei disabili”) e Vincenzo Dattolo (presidente Federsolidarietà Calabria). Ed ancora, sarà possibile ascoltare le testimonianze dell‘Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e della società cooperativa sociale “Fenice” di Vibo Valentia. Modererà l’incontro il giornalista Maurizio Bonanno. Al termine della serata sa darà dato il premio “Segni di Calabria” a Fand Calabria. Sabato 13 si esibirà il gruppo teatrale “Grancia-Pietro Pratticò” di Reggio Calabria in “Camurriusa, capricciusa, pidicchiusa”, commedia divisa in due atti, di Calogero e Rosanna Maurici e la regia di Francesco Lia. Sarà consegnato poi il premio “Segni di Calabria” all’ Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia. Domenica 14 agosto, infine, si esibirà l’associazione Laboratorio Teatrale “La bottega del sorriso” di Cittanova in ‘Ntra casa i Don Raffaeli, commedia divisa in tre atti di Maria Pia Battaglia, con la regia di Francesco Rizzo. Al termine dell’evento sarà assegnato il premio “Segni di Calabria” all’ associazione Maranathà di Mileto.

top