sabato,Ottobre 1 2022

Mileto, successo per la prima edizione del “Memorial per Antonello”

L’evento sportivo è stato organizzato in ricordo di Antonello Catagnoti, morto prematuramente anni fa per un male incurabile. Molti i ciclisti partecipanti

Mileto, successo per la prima edizione del “Memorial per Antonello”

Grande partecipazione e commozione al “Memorial per Antonello”, manifestazione ciclistico-amatoriale svoltasi a Mileto in ricordo di Antonello Catagnoti, morto prematuramente 17 anni fa a causa di un male incurabile. Il giovane titolare di un’autocarrozzeria avrebbe proprio in questi giorni compiuto 54 anni. Al momento della sua dipartita terrena ha lasciato una moglie e due figli e il rammarico dei tanti che lo hanno conosciuto e avuto modo di apprezzare la bontà e le capacità umane e professionali che contraddistinguevano quotidianamente il suo agire. La manifestazione ciclistica è stata organizzata dal locale “KataClub”, in collaborazione con la sede regionale Airc di Cosenza, l’Admo, l’Ail e le locali associazioni Avis e Pro Loco.

Nel ricordo di Antonello, l’iniziativa ha avuto lo scopo primario di sensibilizzare partecipanti, e non solo, alla pratica solidale della donazione. I corridori presenti all’evento – dopo il ritrovo nella piazza antistante la chiesa parrocchiale “Santa Maria Assunta” del rione Calabrò – hanno percorso in bicicletta i circa 26 chilometri di strada che, attraversando i comuni limitrofi di San Costantino Calabro e Francica e le frazioni di San Giovanni, Comparni e Paravati, li hanno riportati nella cittadina normanna. Qualcuno, come il podista Salvatore Crudo, ha addirittura pensato bene di percorrere l’intero tracciato di corsa, in un tempo a dir poco apprezzabile. A Mileto, ad attenderli, i familiari del compianto Antonello, tra cui l’anziano padre, tanti suoi amici e conoscenti e, infine, il rifocillante ristoro, con tanto di taglio della torta, offerto ai presenti dagli organizzatori in piazza dell’Assunta, a un tiro di schioppo dalla chiesa parrocchiale e  dalle statue benedicenti di San Pio da Pietralcina e San Pasquale.

Articoli correlati

top