domenica,Gennaio 29 2023

A Pizzo una panchina arcobaleno contro le discriminazioni di genere

L'iniziativa promossa dall'Associazione Valentia in collaborazione con l'amministrazione: «Sosteniamo i diritti della comunità Lgbtq+»

A Pizzo una panchina arcobaleno contro le discriminazioni di genere
I membri dell'associazione Valentia, il sindaco Pititto ed i consiglieri Giò Puglisi e Teresa De Fina

L’associazione Valentia ha promosso la realizzazione di una panchina arcobaleno contro le discriminazioni di genere a Pizzo. Si tratta di un’iniziativa lanciata dall’associazione in collaborazione con l’amministrazione comunale di Pizzo, su input del cittadino Angelo Belvedere. La panchina si trova in pieno centro, ed esattamente accanto il Castello Murat. E’ vicina alle altre panchine progettate per sensibilizzare le persone su altre tematiche (quella rossa contro la violenza sulle donne e quella gialla per la conoscenza dell’endometriosi). L’associazione punta a «sostenere i diritti della comunità Lgbtq+ ed a promuovere azioni di contrasto a ogni forma di violenza, sopruso e discriminazione». Questo compiuto dall’associazione non è il primo passo, atteso che «stiamo lavorando da anni sulla programmazione di incontri sul tema dei diritti civili e del rispetto sociale e su progetti di sensibilizzazione. Le panchine arcobaleno – prosegue il direttivo del sodalizio – sono presenti da anni nei grandi e piccoli centri urbani. Un simbolo riconosciuto contro la violenza omotransfobica». Nel giorno della realizzazione della panchina, sono stati presenti i membri dell’associazione Valentia (con il presidente Anthony Lo Bianco), il sindaco Sergio Pititto ed i consiglieri Giò Puglisi e Teresa De Fina.

Sulla panchina è stata apposta una targhetta con la dicitura “Pizzo contro l’omolesbobitransfobia. In memoria di tutte le vittime di omolesbobitransfobia e per esortare la cittadinanza a schierarsi contro ogni forma di discriminazione e violenza per motivi fondati sul sesso, genere, orientamento sessuale e/o identità di genere”. Sempre all’interno della targhetta, l’indicazione dell’associazione Valentia come promotrice dell’iniziativa, il riferimento ad Angelo Belvedere come ideatore ed il patrocinio del Comune di Pizzo.

Articoli correlati

top