domenica,Dicembre 4 2022

Biblioteca Vibo: il Comune chiama le associazioni per un progetto di rilancio. Giovani in primo piano

Pubblicato un Avviso per la costituzione di un partenariato finalizzato a realizzare una idea progettuale per partecipare al bando del Ministero “Giovani in Biblioteca-realizzazione di azioni volte a creare spazi di aggregazione destinati alle giovani generazioni"

Biblioteca Vibo: il Comune chiama le associazioni per un progetto di rilancio. Giovani in primo piano
L'ingresso della Biblioteca comunale di Vibo Valentia

Valorizzare la Biblioteca comunale. Come? Attraverso la creazione di nuovi spazi da destinare ai giovani. A questo punta l’amministrazione cittadina di Vibo Valentia che ha approvato un Avviso pubblico per l’acquisizione di candidature per la costituzione di un partenariato di soggetti del privato sociale, quali associazioni, fondazioni o altre organizzazioni giovanili, che presentino proposte progettuali coerenti con le finalità, le modalità attuative e i risultati attesi del suddetto bando. Di cosa parliamo? Presto detto: L’amministrazione di Palazzo Luigi Razza vuole partecipare all’Avviso pubblico, “Giovani in Biblioteca per la realizzazione di azioni volte a favorire e sostenere la creazione di spazi di aggregazione destinati alle giovani generazioni nei quali promuovere attività ludico ricreative, sociali, educative, culturali e formative, per un corretto utilizzo del tempo libero”. Il bando è stato promosso dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale del Ministero, in collaborazione con la Struttura di missione per la valorizzazione degli anniversari nazionali e della dimensione partecipativa delle nuove generazioni. 

Per poter partecipare a detto Avviso, dunque, il Comune deve presentare una proposta progettuale adeguata e credibile tramite, appunto, la costituzione di un partenariato sociale che metta assieme idee e proposte da sintetizzare poi in un progetto. Si dovrà, quindi, «impostare modalità di condivisione e di coinvolgimento delle associazioni del mondo giovanile con cui condividere le linee di intervento e comporre il partenariato previsto dal suddetto Avviso» e, contestualmente, «formulare una proposta coerente con la programmazione del Comune di Vibo Valentia». Le proposte progettuali potranno essere presentate a partire dalle ore 12 del giorno 14 settembre fino alle ore 12 del giorno 31 ottobre prossimo. La commissione giudicatrice attribuisce fino ad un massimo di 100 punti per ciascuna proposta progettuale. Sono finanziabili, secondo l’ordine cronologico di arrivo e fino ad esaurimento dei fondi disponibili, le proposte progettuali che ottengono un punteggio non inferiore a 70/100. [Continua in basso]

Ecco cosa dovranno prevedere i progetti da presentare

«Nello specifico – si legge nell’Avviso destinato ai soggetti del privato sociale per la formazione del partenariato i progetti dovranno prevedere la creazione, all’interno della Biblioteca comunale, di idonei spazi di aggregazione giovanile − ad accesso libero e gratuito − che, oltre a favorire la partecipazione delle giovani generazioni ad attività culturali e ricreative, anche attraverso l’accesso al patrimonio librario, offrano loro percorsi di crescita, promuovendone una migliore qualità della vita e valori come l’inclusione sociale e la partecipazione, quali strumenti per superare l’emergere e il cristallizzarsi di difficoltà relazionali, acuiti dalla situazione pandemica. Tali spazi – si fa notare nel bando del Comune – potranno essere anche un luogo in cui sensibilizzare i giovani sul contrasto a fenomeni quali bullismo in rete, razzismo, discorsi d’odio anche al fine di prevenire i fenomeni di violenza e microcriminalità organizzata in bande tra giovani e giovanissimi e promuovere presso le nuove generazioni i valori e il significato profondo dell’avere memoria di personaggi esemplari ed eventi storici».

Articoli correlati

top