lunedì,Settembre 26 2022

Anno scolastico posticipato a Vazzano, interrogazione della minoranza al sindaco

Per i bambini di infanzia e primaria la scuola inizierà solo domani, a causa di lavori di manutenzione straordinaria al plesso. L'opposizione: «Perché un edificio nuovo ha bisogno di questi interventi e perché aspettare l'ultimo momento?»

Anno scolastico posticipato a Vazzano, interrogazione della minoranza al sindaco
Una veduta di Vazzano

I consiglieri di opposizione del Comune di Vazzano – Giuseppe De Masi, Pasquale Gambino e Domenico Maida, del gruppo “Liberamente Vazzano” – hanno presentato un’interrogazione al sindaco Vincenzo Massa e alla sua giunta per chiedere delucidazioni in merito al rinvio dell’apertura dell’anno scolastico per il nuovo plesso sito in via Tommaso Campanella. [Continua in basso]

Il primo cittadino, infatti, con propria ordinanza aveva posticipato il ritorno in classe per la scuola dell’infanzia e la primaria, al fine di «eseguire delle manutenzioni straordinaria» del plesso. I bambini inizieranno così l’anno scolastico domani, lunedì 19 settembre.

Gli esponenti di “Liberamente Vazzano” chiedono, oltre a delle spiegazioni su tale decisione, anche «l’accesso ai documenti relativi al collaudo della struttura che dovrà ospitare i nostri bambini da quest’anno e per gli anni a venire. Appare strano come una struttura mai utilizzata e tecnicamente appena completata debba essere oggetto di manutenzione straordinaria. I lavori non potevano essere realizzati prima? E anche qualora venissero realizzati – si domandano ancora -, siamo certi che in nemmeno una settimana i nostri bambini possano andare a scuola in piena sicurezza? In merito ai tempi, era proprio necessario arrivare all’inizio dell’anno scolastico per accorgersi che c’era qualcosa che non andava? I bambini e le loro famiglie hanno il diritto di sapere di essere al sicuro».

top