lunedì,Settembre 26 2022

Tropea, si conclude l’anno celebrativo per la beatificazione di don Mottola

Le celebrazioni si chiuderanno il 15 ottobre a Paola con una messa presso il santuario di San Francesco e lo svelamento di una targa dedicata al beato

Tropea, si conclude l’anno celebrativo per la beatificazione di don Mottola
Don Francesco Mottola

Fervono i lavori in vista della conclusione dell’anno celebrativo per la beatificazione di don Francesco Mottola, fondatore degli Oblati e delle Oblate del Sacro Cuore. Un periodo intenso, iniziato il 10 ottobre del 2021 con il solenne rito svoltosi nella concattedrale di Tropea, durante il quale il cardinale e prefetto delle Cause dei Santi, Marcello Semeraro, alla presenza di tutti i vescovi della Calabria e su mandato di Papa Francesco ha elevato agli onori degli altari il grande sacerdote tropeano. In questo frangente, tanti i convegni, gli incontri, le funzioni religiose e le altre iniziative che hanno permesso di fare memoria del nuovo beato, che con la sua testimonianza vissuta tra l’altare e la carità si è affiancato all’immensa schiera dei santi e dei beati di questa regione. In tale contesto, la famiglia degli Oblati e delle Oblate del Sacro Cuore, grata al Signore per il dono della beatificazione e per i numerosi frutti di grazia che questo tempo ha elargito, si prepara a vivere alcuni appuntamenti significativi. [Continua in basso]

Si inizia giovedì 22 settembre con la solenne concelebrazione eucaristica, presieduta nella concattedrale di Tropea dal fratello maggiore dei sacerdoti oblati don Francesco Sicari, al fine di fare memoria del 28° anniversario del pio transito della Serva di Dio e cofondatrice dell’Istituto Oblato, Irma Scrugli. Le iniziative proseguiranno il 30 settembre a palazzo Santa Chiara, con la presentazione del libro illustrato “Irma Scrugli l’Arcobaleno dei poveri”, in cui la meravigliosa avventura della Serva di Dio viene narrata ai bambini; l’8 ottobre nella concattedrale, con l’Oratorio musicale sacro “Francesco Servo di Dio, l’Aquila che raggiunse il sole”, rappresentato per la prima volta 11 anni fa, al momento del miracolo avvenuto per intercessione di don Mottola; domenica 9 ottobre con la messa di ringraziamento presieduta nella stessa chiesa dal vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Attilio Nostro, con il concorso del clero e delle autorità civili e militari del territorio. Infine, sabato 15 ottobre, la famiglia oblata vivrà il pellegrinaggio al santuario di San Francesco di Paola, contrassegnato dalla celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo emerito della diocesi, monsignor Luigi Renzo, e dallo svelamento conclusivo di una lapide commemorativa intitolata al beato don Mottola.

Articoli correlati

top