sabato,Dicembre 3 2022

A Mileto avviata la gara d’appalto per la costruzione di nuovi loculi cimiteriali

Nell’occasione, si procederà anche all’estumulazione dei feretri trentennali. I dettagli illustrati dal sindaco Giordano e dall’assessore al ramo Ciccone

A Mileto avviata la gara d’appalto per la costruzione di nuovi loculi cimiteriali
Il cimitero di Mileto
giordano fortunato salvatore
Il sindaco Salvatore Fortunato Giordano

Al via la realizzazione di nuovi loculi all’interno del cimitero comunale di Mileto. Nelle scorse ore, con determina dell’Area tecnica guidata da Domenico Marfia, l’amministrazione cittadina ha provveduto a indire l’apposita gara d’appalto dei lavori, tesi a porre fine all’atavica problematica e a creare 100 nuovi posti in cui tumulare i defunti. A darne notizia, il sindaco Salvatore Fortunato Giordano e l’assessore al ramo e vicesindaco Francesco Ciccone. «Appena insediatici – sottolinea al riguardo il primo cittadino di Mileto ci siamo ritrovati, tra le altre, l’emergenza della cronica carenza di loculi e della mancanza di disponibilità di lotti liberi. Attraverso un lavoro certosino, eseguito insieme all’ex assessore al ramo Fortunato Zoccoli, e con l’ausilio del presidente del consiglio Antonio Direnzo e dell’allora vicesindaco Mimmo Pontoriero, abbiamo spulciato tra le carte e i contratti, verificando decine di fascicoli archiviati, scoprendo che circa 20 lotti erano liberi. Per cui li abbiamo messi in vendita con regolare e trasparente avviso pubblico e con il ricavato si è potuto affidare l’incarico di progettazione per la realizzazione dei nuovi loculi cimiteriali all’architetto Rocco Antonio Gatto ed oggi si è potuta iniziare la gara di appalto». [Continua in basso]

A Giordano fa seguito l’assessore Ciccone, il quale spiega che, avvalendosi della collaborazione dei tirocinanti Giacomo Staropoli e Boris Cugliari, fin dal suo insediamento «ha fatto una ricognizione dei loculi occupati da oltre trent’anni, liberandone con l’intervento dell’Asp una quindicina, che sono serviti per far fronte alle richieste avute in questi mesi. In modo, finalmente, da far sì che, dopo anni di inerzia, chiunque avesse fatto domanda potesse trovare soddisfazione alla propria richiesta». Nell’occasione, sindaco e assessore comunicano, anche, che oltre ai lavori oggetto dell’appalto, «nel mese di ottobre saranno avviati anche le attività di estumulazione e di verifica, da parte dell’Asp, delle condizioni dei feretri già sepolti da oltre trent’anni, come da avvisi diramati e ampiamente pubblicati nei mesi scorsi». Così, qualora le condizioni sanitarie lo consentiranno, «si potranno porre questi in ossarietti privati o comunali, in modo da rendere liberi altri loculi. Invitiamo, quindi, i parenti titolari delle concessioni a rivolgersi ai nostri collaboratori e a gli uffici comunali – concludono – per definire le pratiche e procedere a queste verifiche. Esprimiamo nel frattempo ampia soddisfazione per essere riusciti a mettere mano ad un grave problema, senza intaccare il bilancio comunale, attraverso operazioni basate essenzialmente sull’impegno personale degli amministratori. Nel frattempo, i lotti venduti stanno per essere costruiti, con ulteriore beneficio per le domande e le imprese edilizie e impulso per l’economia locale».

top