lunedì,Aprile 22 2024

Autodeterminazione delle donne: convegno a Brognaturo

Sensibilizzare sulla relazione donne e territorio è l'obiettivo dell'amministrazione comunale con a capo il sindaco Rossana Tassone. L'evento al quale prenderà parte anche il sottosegretario Wanda Ferro sarà suddiviso in due sezioni

Autodeterminazione delle donne: convegno a Brognaturo
Il Municipio di Brognaturo
Il sindaco di Brognaturo, Rossana Tassone

“Il diritto all’autodeterminazione, nel linguaggio corrente, è il riconoscimento della capacità di scelta autonoma e indipendente di ciascuno. Il concetto di territorio invece, richiama ad un concetto più ampio che tramite il proprio agire, informa in maniera tipica e riconoscibile una porzione di spazio geografico rendendola territorio”. Su questi assunti – fa sapere il sindaco di Brognaturo, Rossana tassone – si è pensato di sensibilizzare sulla relazione donne, autodeterminazione e territorio in tutte le declinazioni possibili. Partendo dai quesiti: Quanto le azioni messe in campo siano efficaci per autodeterminarsi? E quando un territorio può considerarsi una risorsa attraente o respingente, l’amministrazione comunale ha inteso organizzare un convegno per giorno 8 marzo a Brognaturo, in cui si parlerà di: controllo sul corpo delle donne, negazione del diritto all’autodeterminazione, delle diverse tipologie di violenza, di guerre, libertà, e cultura. Con un parallelismo su come in Paesi autoritari e Paesi che si ritengono democratici si riscontrano le medesime problematiche. [Continua in basso]

“Lo scopo del convegno – spiega il primo cittadino – è far comprendere che l’autodeterminazione deve essere pensata sulle molteplici connessioni delle donne e, soprattutto, nella rete di relazioni che caratterizzano la vita e le attività quotidiane. Un diritto umano fondamentale, ma anche la condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace. Garantire alle donne e alle ragazze parità di accesso all’istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, promuoverà economie sostenibili, di cui potranno beneficiare le società e l’umanità intera”. L’evento avrà inizio alle 9:30 con una prima sessione dedicata all’autodeterminazione e una seconda sessione dedicata alla mancanza di rispetto e diritti negati e, tra gli altri, prenderanno parte l’on. Wanda Ferro, Maria Limardo, sindaco di Vibo Valentia e l’antropologo Vito Teti.

LEGGI ANCHE: Ordine avvocati Vibo, eletti presidente e cariche sociali del Comitato pari opportunità

Shopping d’autore, le pipe di Brognaturo tra le 8 meraviglie dell’artigianato italiano

Articoli correlati

top