giovedì,Maggio 30 2024

Memoria e impegno, a Pizzo i ragazzi incontrano il papà di Filippo Ceravolo e il tenente Pastori

Continua l'impegno del coordinamento provinciale di Libera nelle scuole. Nella cittadina napitina gli alunni hanno potuto ascoltare la testimonianza del genitore della giovane vittima innocente di mafia

Memoria e impegno, a Pizzo i ragazzi incontrano il papà di Filippo Ceravolo e il tenente Pastori
Ceravolo, Pastori e Borrello

Memoria e impegno, intorno a questi temi si è svolto a Pizzo l’incontro con gli alunni della scuola secondaria di primo grado “A. Anile” promosso dal coordinamento provinciale di Libera. A parlare con ragazzi e ragazze, il tenente Veronica Pastori – comandante del Norm di Vibo Valentia – e Martino Ceravolo – papà di Filippo, vittima innocente della ‘ndrangheta. Presente anche il referente di Libera Vibo Valentia Giuseppe Borrello e il sindaco di Pizzo Sergio Pititto. Commovente l’intervento di papà Martino che – riferiscono da Libera – «ricordando suo figlio e la sua gioia di vivere, ha ribadito la necessità di scegliere da che parte stare e di farlo fin da giovane età. Emozionato ma sempre battagliero, ha donato alla giovane platea la sua storia e il suo dolore, un dolore che è diventato azione politica per garantire a ciascuno di noi quel futuro che suo figlio Filippo si è visto negato». Gli studenti e le studentesse presenti, da parte loro, hanno esposto i loro cartelloni, poesie e riflessioni dedicati alla giovane vittima innocente di mafia. [Continua in basso]

Molto sentito anche l’intervento del tenente Pastori, che ha ribadito «la vicinanza delle forze dell’ordine e l’importanza di sentire le istituzioni a noi vicine, ha sottolineato il lavoro attento e appassionato che viene svolto quotidianamente nel difficile processo di affrancamento da poteri violenti e criminali. Una terra dalle mille contraddizioni che vuole ripartire dal patrimonio più prezioso: i giovani».

Prosegue dunque l’impegno di Libera nelle scuole. Tra gli ultimi incontri, anche quello con i ragazzi della scuola media di Piscopio che ha visto la partecipazione di Vincenzo Chindamo, fratello di Maria.

LEGGI ANCHE: Santa Domenica di Ricadi, i ragazzi dell’oratorio con Libera per ricordare le vittime di mafia

Vibo, il procuratore Falvo e i giornalisti incontrano gli studenti del “Galilei”

Articoli correlati

top