sabato,Maggio 18 2024

Guardia costiera Vibo, addio alla motovedetta cp 265: verrà radiata dal servizio

Nei suoi 23 anni di servizio l’unità navale, al comando del capitano Paolo Fedele, ha dato un rilevante contributo alle attività svolte dalla Guardia Costiera, ricevendo importanti riconoscimenti anche all’estero per l’esemplare impegno a favore della salvaguardia della vita umana in mare

Guardia costiera Vibo, addio alla motovedetta cp 265: verrà radiata dal servizio

Entrata in servizio nel 2001 e assegnata alla Guardia costiera di Vibo Marina, durante la sua lunga attività ha percorso migliaia di miglia effettuando un numero elevatissimo di missioni, sia in ambito nazionale che come unità facente parte del sistema europeo “Frontex” prestando soccorso in mare e salvando centinaia di vite. Le motovedette della classe 200/S sono imbarcazioni della Guardia Costiera italiana realizzate dalla Rodriguez Cantieri Navali di Messina. La serie di cui faceva parte il Cp 265 è stata realizzata in 28 unità che vanno dalla 265 alla 292. Per esse è stata progettata la massima flessibilità operativa per impieghi che vanno dal pattugliamento e sorveglianza delle coste a interventi di soccorso in mare, con il fine ultimo di salvare più vite umane possibile.

Paolo Fedele

Dopo aver scritto un pezzo di storia e dopo 23 anni di onorato servizio, adesso il cp 265 compirà il suo ultimo viaggio, stavolta via terra, per essere avviata alla demolizione o messa all’asta. Queste le parole di saluto del suo comandante, cap. Paolo Fedele: «on si può cancellare la storia indelebile della cp 265. L’hanno conosciuta ed amata dal Mar Egeo fino alle coste turche, nel Mar Mediterraneo fino alle Colonne d’Ercole, lasciando la sua impronta con imprese memorabili con cui sono state scritte pagine meravigliose per l’umanità. Gli eventi di cui è stata artefice non possono essere sostituiti con nessun narrato. Vivrà sempre nel cuore del ricordo. Grazie».

LEGGI ANCHE: Motore non conforme, sequestrato un peschereccio a Vibo Marina

Turisti tratti in salvo dalla Guardia costiera nelle acque di Tropea

Guardia costiera di Vibo Marina sequestra attrezzi da pesca illegali

Articoli correlati

top