domenica,Maggio 19 2024

Addio a Peter Higgs, il fisico che scoprì “la particella di Dio”: l’omaggio dell’associazione Mathesis di Serra

Le parole del sodalizio diretto dalla presidente Bilotta nei riguardi del Premio Nobel: «Ha dimostrato che la curiosità, la determinazione e la dedizione possono portare a scoperte che cambiano il mondo»

Addio a Peter Higgs, il fisico che scoprì “la particella di Dio”: l’omaggio dell’associazione Mathesis di Serra
Peter Higgs, foto ansa

L’associazione Mathesis, società di scienze matematiche e fisiche, sezione di Serra San Bruno omaggia Peter Higgs, il genio che rivoluzionò la Fisica moderna, recentemente scomparso. Crisenzia Bilotta, presidente della sezione Mathesis di Serra San Bruno “M. Francaviglia”, ha voluto ricordare il contributo straordinario di Higgs alla scienza e alla comprensione dell’Universo. «Peter Higgs è stato autore di straordinarie scoperte tra cui il bosone che porta il suo nome altrimenti ricordato come “Particella di Dio”. La sua teoria, proposta negli anni ’60, ha previsto l’esistenza di una particella subatomica, il bosone di Higgs, il cui ruolo fondamentale è quello di conferire massa ad altre particelle elementari. Questa teoria, inizialmente considerata audace, è stata poi confermata dagli esperimenti condotti presso il Large Hadron Collider del Cern nel 2012, guadagnando a Higgs il prestigioso Premio Nobel per la Fisica nel 2013. La scoperta del bosone di Higgs ha completato il modello standard delle particelle elementari, il quadro teorico che descrive le forze fondamentali e le particelle costituenti dell’Universo. Questa particella, insieme al campo di Higgs – aggiunge l’associazione – fornisce una spiegazione convincente per l’origine della massa delle particelle e, di conseguenza, della struttura fondamentale della materia. Il soprannome “Particella di Dio” è stato coniato dal fisico teorico Leon Lederman nel suo libro del 1993, che ha generato un interesse diffuso e una curiosità nei confronti della ricerca del bosone di Higgs. Anche se il termine può essere considerato controverso, poiché non implica alcun collegamento religioso, ha contribuito a catturare l’immaginazione del pubblico e ad aumentare la consapevolezza dell’importanza della ricerca in fisica delle particelle. Ma più importante delle sue teorie è stata la sua umanità. Peter Higgs era noto per la sua modestia e la sua gentilezza, oltre che per la sua straordinaria intelligenza. Ha trascorso gran parte della sua vita dedicandosi alla ricerca scientifica e all’istruzione, ispirando generazioni di studenti con la sua passione e il suo impegno per la fisica. Il suo contributo alla scienza è stato fondamentale, ma la sua eredità va oltre i suoi lavori accademici. Peter Higgs ha dimostrato che la curiosità, la determinazione e la dedizione – chiosa il sodalizio guidato dalla presidente Bilotta – possono portare a scoperte che cambiano il mondo».

LEGGI ANCHE: Scuola e legalità, il prefetto di Vibo incontra i ragazzi dell’Istituto superiore Itg-Iti

Serra San Bruno, due studentesse dell’Istituto Einaudi sul podio delle competizioni regionali

Lettere antiche, successo per il Certamen al liceo classico di Vibo: ecco i vincitori

Articoli correlati

top