Ricerca contro la Sla, anche Mileto a sostegno della campagna nazionale

In adesione all’iniziativa di Aisla, la statua di Ruggero I d’Altavilla si è colorata di verde e un banchetto è stato allestito dai volontari
In adesione all’iniziativa di Aisla, la statua di Ruggero I d’Altavilla si è colorata di verde e un banchetto è stato allestito dai volontari
Informazione pubblicitaria

Anche la città di Mileto ha contribuito a “colorare di verde” l’Italia, nell’ambito della XII edizione della Giornata di raccolta a favore della ricerca contro la Sla. L’iniziativa benefica, promossa dall’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (Aisla), ha fatto sì che nella notte tra sabato e domenica scorsi decine di monumenti in tutta la Penisola si siano illuminati con il colore dell’associazione di riferimento: il verde appunto. Nella cittadina normanna, su input dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano, ad illuminarsi del colore dell’Aisla è stata la statua in bronzo dell’Ottocento, situata al centro della Villa comunale e raffigurante Ruggero I d’Altavilla, il nobile normanno che nell’anno mille elevò l’ urbe a capitale della propria contea. Un gesto simbolico di grande impatto emotivo che ha anticipato l’iniziativa domenicale di raccolta di fondi da destinare all’assistenza di oltre 6 mila persone affette dalla malattia, che ha visto impegnati 300 volontari in 150 piazze italiane. «Un contributo versato con gusto», questo il titolo dell’evento solidale, in cambio di un’offerta di dieci euro ha permesso a chiunque lo volesse di ricevere una delle 15mila bottiglie di vino Barbera d’Asti Docg.

Informazione pubblicitaria