Limbadi, due defibrillatori in dono al paese da affermati imprenditori – Video

I dispositivi salvavita sono stati consegnati nelle mani dei commissari prefettizi, dai titolari delle aziende Caffo e Soldano, nel corso di una partecipata iniziativa
I dispositivi salvavita sono stati consegnati nelle mani dei commissari prefettizi, dai titolari delle aziende Caffo e Soldano, nel corso di una partecipata iniziativa
Informazione pubblicitaria

La comunità chiama, i compaesani disponibili e generosi rispondono, e tramite il Comune anche Limbadi diventa città “cardio-protetta”. Due defibrillatori, apparecchi che in certi casi possono salvare la vita di chi è colpito al cuore, sono stati donati da altrettante imprese locali molto affermate e guidate da limbadesi conosciuti anche fuori dai confini comunali, le aziende Caffo e Soldano. Strumenti che i cittadini avranno a disposizione, anche per sopperire alle carenze nella risposta sanitaria della zona. I defibrillatori verranno posti nella piazza Marconi e presso la farmacia del paese. E vista l’importanza del gesto, Pippo e Nuccio Caffo, insieme a Francesco Soldano, hanno voluto consegnare personalmente questi nuovi alleati della salute, nel corso di una cerimonia molto partecipata e organizzata dalla terna commissariale guidata dal prefetto Antonio Reppucci e composta da Emma Caprino e Francesco Battaglia.   

Informazione pubblicitaria

Agostino Pantano