martedì,Giugno 18 2024

Nasce a Spilinga l’Accademia internazionale della cucina mediterranea – Video

In un antico palazzo nobiliare ristrutturato prende forma il progetto pensato dall’Amministrazione comunale più di dieci anni fa. Spazio didattico e al tempo stesso vetrina per il turismo enogastronomico. Annunciati i primi arrivi da Newark (Usa)

Nasce a Spilinga l’Accademia internazionale della cucina mediterranea – Video

I sapori mediterranei trovano casa a Spilinga. Nel regno della ‘nduja apre ufficialmente i battenti una realtà unica nel suo genere: l’Accademia internazionale della cucina mediterranea. Un progetto che l’Amministrazione comunale coltiva da oltre 10 anni e che prende ora forma all’interno di un antico palazzo nobiliare, donato dalla famiglia dello storico farmacista Antonio La Torre.

Uno spazio attrezzato con postazioni di lavoro e aule didattiche, in cui sperimentare tecniche culinarie e approfondire la conoscenza delle materie prime del territorio. Vetrina per il turismo eno-gastronomico ma anche contenitore di iniziative formative rivolte alle scuole alberghiere, agli addetti ai lavori e agli appassionati.

Artefice dell’idea e della sua realizzazione è l’attuale vicesindaco Franco Barbalace che, da primo cittadino, ne aveva gettato le basi già nel 2014. «È un progetto che parte da lontano con l’obiettivo di valorizzare la Dieta mediterranea – ha detto -, must ormai riconosciuto di questo territorio, che, nell’idea progettuale, vuole essere anche un attrattore turistico per Spilinga. Non solo in estate, quando si potranno intercettare i flussi vacanzieri delle vicine Tropea e Capo Vaticano, ma anche in inverno quando la struttura vivrà grazie ai progetti rivolti alle scuole alberghiere, ai gemellaggi con città straniere, ai progetti Erasmus che permetteranno a chi verrà dall’estero di studiare la Dieta mediterranea. Inizialmente sembrava un’utopia, un’idea magari stravagante, però finalmente oggi raggiungiamo l’obiettivo che ci eravamo prefissati» ha concluso.

Tanti gli ospiti presenti all’inaugurazione dell’Accademia, a cominciare dagli eredi del farmacista La Torre che hanno donato la sede, ristrutturata dal Comune. A portare i saluti anche il presidente del Gal Terre vibonesi Vitaliano Papillo, il presidente dell’Accademia della Dieta mediterranea di riferimento Antonio Leonardo Montuoro, i rappresentanti dell’Accademia del bergamotto di Reggio Calabria guidati da Vittorio Caminiti. Dietro i fornelli lo show coking dell’executive chef Roberto Spizzirri che ha realizzato un piatto “mediterraneo” rifinito con una fonduta di pecorino del Poro.

E che l’idea susciti già un discreto interesse anche oltreoceano lo ha confermato il sindaco Enzo Marasco nel suo intervento, rivelando il prossimo arrivo di 10 allievi della scuola di cucina di Newark, città statunitense gemellata con Spilinga, che saranno accompagnati, oltre che dai loro docenti, anche da una rappresentanza istituzionale.

Il cuore del progetto ruota tutto intorno alle materie prime di cui abbonda il generoso territorio del Monte Poro, autentico scrigno di sapori e di cultura gastronomica. A gestire l’Accademia professionisti del settore della ristorazione e della formazione professionale, risultati vincitori del bando pubblico indetto dal Comune. Direttore dell’Accademia sarà Corrado Rossi, patron della Macaroni Chef Academy di Cosenza.

«Questa realtà – ha sottolineato Rossi – nasce grazie all’intuizione dell’Amministrazione comunale ed è rivolta principalmente a chi non ha altro da investire che la propria intelligenza e giovinezza. Certamente proietterà Spilinga in un panorama internazionale: insieme a chef, appassionati e ai turisti che si affacceranno alle ricchezze del territorio, offrirà un grande risalto internazionale a questa comunità. Ma l’intento non è solo quello di creare dei tecnici ma anche quello di aprire le porte ai tanti appassionati che si affacciano al mondo della cucina. Non solo un polo formativo, quindi, ma anche di ospitalità, con un occhio alle radici e alla tradizione» ha concluso.

Articoli correlati

top