sabato,Luglio 13 2024

Arriva Murmix, il supereroe che sconfigge il bullismo: ecco il fumetto realizzato dagli studenti vibonesi

Il volume edito da Libritalia nasce da un progetto dell’Istituto comprensivo Murmura di Vibo Valentia. Verrà presentato nel corso di un incontro a cui parteciperanno anche i vertici regionali Centro operativo per la sicurezza cibernetica della Polizia

Arriva Murmix, il supereroe che sconfigge il bullismo: ecco il fumetto realizzato dagli studenti vibonesi

Un fumetto contro il bullismo. Si chiama Murmix ed è il progetto realizzato dai ragazzi dell’Istituto comprensivo Murmura di Vibo Valentia, guidati dalle professoresse Maria Francesca Tulino ed Ersilia Adamo. Un’esperienza da cui è nato “Murmix, un fumetto contro il bullismo”, volume edito da Libritalia e che sarà presentato durante un incontro volto a sensibilizzare i più giovani, che si terrà martedì 4 giugno alle ore 9:30 nell’auditorium del Liceo classico Morelli di Vibo Valentia. Saranno presenti il prefetto Paolo Giovanni Grieco, il questore Rodolfo Ruperti,  i dirigenti scolastici Tiziana Furlano e Raffaele Suppa e il direttore editoriale  Libritalia Simona Toma.

Il fumetto racconta di un supereroe pronto a sconfiggere bullismo e cyberbullismo. Un volume per sensibilizzare i più piccoli su una tematica di grande attualità e per far capire loro l’importanza del rispetto per se stessi e per gli altri. Alla presenza del dirigente regionale del Cosc (Centro operativo per la sicurezza cibernetica della Polizia) Mario Lanzaro, relazionerà Anna Maria Curcuruto – sovrintendente Cosc Reggio Calabria – sulla tematica de “Il web, tra vita virtuale e pericoli reali” e Raffaele Figliano (past president Camera minorile di Vibo) sul  “Dialogo gentile”.

«La scuola – fanno sapere i promotori – con questo progetto formativo ha lo scopo di agire da vicino con i propri alunni per porre termine a quei comportamenti dell’essere umano in cui il bene, il male, ciò che è giusto ed ingiusto si mescolano senza troppe distinzioni in una società in cui tutto appare regolato dall’esigenza di dimostrare chi è il più forte».

Articoli correlati

top