La Fidapa di Vibo taglia il traguardo dei 25 anni di attività – Video

L’associazione composta da donne e guidata da Sandra Genco premia l’imprenditore Pippo Callipo per la sostenibilità della sua struttura ricettiva ed omaggia quattro professioniste
L’associazione composta da donne e guidata da Sandra Genco premia l’imprenditore Pippo Callipo per la sostenibilità della sua struttura ricettiva ed omaggia quattro professioniste
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Era il pomeriggio del 30 marzo 1994, oggi mi ritrovo con molte delle persone che c’erano allora». Sandra Genco ha esordito così nella manifestazione svoltasi nei giorni scorsi per celebrare i 25 anni di attività della Fidapa, 25 anni di impegno e promozione delle eccellenze in rosa della provincia di Vibo Valentia. La Federazione italiana donne arti professioni affari, infatti, taglia il traguardo del quarto di secolo diventando una delle associazioni di riferimento nel sostegno alle iniziative delle donne. Un traguardo festeggiato incoronando un imprenditore, Pippo Callipo, questa volta non per i meriti nel campo dell’imprenditoria alimentare o dello sport, ma per avere realizzato una importante struttura ricettiva all’insegna della sostenibilità. «Questa zona era una landa desolata, era abbandonata, non c’era niente – ricorda Callipo -; abbiamo ricostituito quello che era un ambiente verde, agricolo, di produttività, inserendo questa struttura nel rispetto della sostenibilità ambientale e delle regole per vivere bene e in tranquillità».

Informazione pubblicitaria

La premiazione non poteva che interessare anche le donne, e per questo un riconoscimento è andato a Cinzia Ieracitano, direttrice del Popilia, Angela Marcello, direttrice della casa circondariale di Vibo Valentia, al commissario prefettizio Manuela Currà e al commissario di Polizia Francesca Roberto. «Premiamo e portiamo avanti – ha concluso la presidente Genco – le iniziative di tante donne, imprenditrici, giovani, professioniste, docenti: una delle nostre finalità è quella di sostenere e valorizzare talenti, e in questo caso è toccato a Pippo Callipo».