Ripulirono la villa di Mileto, il prefetto premia sette ragazze

Riconoscimento per l’alto senso civico alle adolescenti che in estate hanno rimesso a nuovo l’area verde attrezzata della cittadina
Riconoscimento per l’alto senso civico alle adolescenti che in estate hanno rimesso a nuovo l’area verde attrezzata della cittadina
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un incontro teso a mettere in evidenza un gesto che deve fungere da esempio e far riflettere il mondo degli adulti, messo in campo spontaneamente da sette adolescenti miletesi di Scuola media con l’unico scopo di ridare un minimo di decoro al proprio amato habitat, precedentemente deturpato dai soliti idioti. Jennifer, Isabella, Milena, Benedetta, Denise, Giulia e Jessica – questi i nomi delle ragazze – la scorsa estate si sono autonomamente organizzate di tutto punto e hanno ripulito da plastica, carta e quant’altro la Villa comunale e l’area verde attrezzata di località Lenza della Corte della cittadina normanna. Una piccola-grande iniziativa di tutela ambientale appresa e, all’epoca, particolarmente apprezzata dal prefetto di Vibo Valentia Francesco Zito, tanto che, dopo aver esternato pubblicamente il suo plauso in altre occasioni, nelle scorse ore ha in ultimo voluto accogliere nel suo ufficio e ringraziare di persona le giovani protagoniste della vicenda. Ad accompagnare le ragazze all’atteso appuntamento in Prefettura, il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, numerosi esponenti dell’amministrazione comunale e il parroco della basilica cattedrale di Mileto don Domenico Dicarlo. Nel corso del cordiale incontro, il rappresentante territoriale di governo ha anche consegnato alle sette ragazzine, a nome del Comune di Mileto, un encomio al valore civico. Una medaglia che, ne siamo sicuri, sarà custodita come un cimelio dalle adolescenti per tutti gli anni a venire.

Informazione pubblicitaria