Nicotera, i “Bambini al centro” grazie ai volontari dell’Unicef

Partecipata iniziativa di spettacolo che ha visto protagonisti i più piccoli nella ricorrenza del trentennale della convenzione sui diritti dell’infanzia
Partecipata iniziativa di spettacolo che ha visto protagonisti i più piccoli nella ricorrenza del trentennale della convenzione sui diritti dell’infanzia
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Mettere i “bambini al centro”, come recitava lo slogan, per tutelarne i diritti e garantirne una crescita sana. Il comitato provinciale dell’Unicef Vibo Valentia, nel trentennale della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ha organizzato un evento nella concattedrale “Santa Maria Assunta” di Nicotera, nella serata di domenica. Si è trattato di un vero e proprio spettacolo, in cui si sono esibiti giovani talenti, i quali oltre ad allietare il pubblico con la loro indiscutibile bravura, si sono posti l’obiettivo di arrivare a toccare la sensibilità di ogni presente sull’importante tema dei diritti dei bambini. L’evento, infatti, presentato dalla segretaria provinciale Unicef Rossella Spinoso, è stato pensato come uno scenario in cui a farsi portavoce dei propri diritti sono i bambini stessi. Fondamentale è stata la collaborazione da parte della Scuola Mgf Danza di Maria Panuccio, insegnante e coreografa, la quale, sposando appieno la causa dell’Unicef, guidato in provincia da Gaetano Aurelio, ha offerto i balletti rappresentati egregiamente dalle proprie allieve. Le prime ad esibirsi, infatti, sono state Miriam Campisi, Maria Teresa Ferragina, Maria Letizia Marra, Carmela Iannizzi, aprendo una piccola parentesi sul tema della violenza contro le donne, attraverso un balletto che ha assunto il significato di un omaggio a tutte quelle donne che non hanno voce e per le quali è doveroso lottare. Ciò ha creato l’atmosfera per poter entrare nel vivo dell’evento. Il parroco, don Francesco Vardè che ha concesso i locali, ha ricordato «quanto sia importante sempre più oggi avere al centro la persona nella sua dignità». Allestiti anche due laboratori. Nel primo realizzate, dalle infaticabili volontarie Francesca Papalia e Maria Pagano, le pigotte: simbolo fondamentale del contributo dell’Unicef nel salvare la vita di innumerevoli bambini. Mentre nel secondo laboratorio, da parte di giovanissimi e talentuosi volontari, Domenico Bevilacqua, Aurora Cutellè e Chiara Stilo, vi era la realizzazione di tele di pittura estemporanea raffiguranti immagini personalizzate che mettevano in mostra il vero scopo dell’evento: “i bambini al centro”. A seguire, l’esibizione delle allieve del primo e secondo corso della scuola di danza Mgf: Anita Delia, Sofia Scrugli, Martina Marcianò, Laura Sardo, Azzurra Cimino, Michela Campisi, Maria Sole Gerace, Maria Muzzupappa, Greta Miranda, Francesca Moisè, Emma Pagano, Valeria Albanese, Elisa Muzzupappa, Celeste Zungri. Con altrettanto talento, hanno danzato le allieve del terzo, quarto e quinto corso: Nicole Calogero, Clementina Cuiuli, Sveva Isaia, Gaia Muzzupappa, Emma Pagano, Isabella Campisi, Angelica Tailli, Raffaella La Rosa, Rita La Rocca, Maria Chiara Migale, Chiara Muzzupappa. Lo hanno fatto sulle note di brani carichi di significato e dal forte impatto emotivo. Ad intervallare le danze, sono stati i talenti di Andrea Marra, Rosalba Proto e Gabriele Corsaro. L’evento si è concluso con i saluti e la consegna degli attestati di gratitudine da parte del presidente Gaetano Aurelio.

Informazione pubblicitaria