Biglietto solidale, aderisce anche la Tonno Callipo. E Infantino plaude ai club

La società di Superlega si associa all’iniziativa benefica di Vibonese, Reggina, Catanzaro e Rende mentre il presidente della Fifa afferma: «La Calabria terra di solidarietà»
La società di Superlega si associa all’iniziativa benefica di Vibonese, Reggina, Catanzaro e Rende mentre il presidente della Fifa afferma: «La Calabria terra di solidarietà»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Due sport diversi: il calcio e la pallavolo. Un obiettivo in comune. Quello di farsi portavoce di un messaggio di solidarietà «vestendo una maglia carica di valori per sensibilizzare l’opinione pubblica a porgere una mano ai più bisognosi. È questo il motivo per cui la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ha deciso di scendere in campo al fianco di Reggina 1914, US Catanzaro, U.S. Vibonese 1928 e Rende Calcio 1968».

I club calabresi di serie C che hanno lanciato l’iniziativa del biglietto solidale, campagna di raccolta fondi online per l’acquisto di generi di prima necessità a sostegno dei bisognosi calabresi. Anche la società del presidente Pippo Callipo, «da sempre attenta alle problematiche di natura sociale» ha dunque fatto suo il motto “Facciamo squadra per la più importante delle partite”, che punta ad unire tutti i tifosi sotto i colori universali della solidarietà sostenendo una raccolta fondi a sostegno delle migliaia di famiglie calabresi in difficoltà in un momento di grave crisi economica e sanitaria dovuta all’emergenza Covid-19». [Continua]

Informazione pubblicitaria

Il vice presidente Filippo Maria Callipo: «Questa è una partita che non potevamo non giocare. Abbiamo voluto dare il nostro contributo perché crediamo nel valore della solidarietà e sappiamo che lo sport rappresenta un’efficace cassa di risonanza per arrivare al cuore dei tifosi e di quanti ci seguono. Anche un piccolo gesto, adesso, assume un grande significato». Quindi l’invito a contribuire tramite la piattaforma gofundme.com .

A fargli eco il direttore marketing dell’Us Vibonese Daniele Cipollina: «La condivisione oggi – ha dichiarato  – è considerata fattore strategico, valoriale e al tempo stesso funzionale al volontariato, parola identitaria per eccellenza a sostegno della solidarietà. Oggi più che mai la parola “condivisione”, fa riferimento all’inevitabile dimensione della relazione con l’altro, sia nelle dinamiche associative che nel rapporto di reciprocità con chi riceve aiuto, ed è per questo motivo che è nata questa idea».

L’eco dell’iniziativa è arrivata anche ai piani alti del calcio mondiale, tanto che il presidente della Fifa Gianni Infantino, di origini calabresi, tramite il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli si è complimentato con i club promotori. «Che bella storia. La Calabria è terra di persone con grande senso di solidarietà. Un abbraccio e complimenti alle quattro società, ricordando ovviamente allo stesso tempo tutte le iniziative benefiche che si vedono in questi giorni nel calcio italiano e in giro per il mondo. Forse una speranza di vedere un mondo migliore ancora c’è. Sta a noi coltivarla».