Solidarietà alimentare, casa protetta consegna aiuti in quattro comuni vibonesi

Iniziativa della Villa delle rose che ha donato alimenti per i bisognosi di Monterosso, Polia, Capistrano e Gerocarne
Iniziativa della Villa delle rose che ha donato alimenti per i bisognosi di Monterosso, Polia, Capistrano e Gerocarne
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un gesto di solidarietà che non ha lasciato indifferenti gli amministratori comunali del comprensorio dell’Angitola dove opera la casa protetta Villa delle Rose. Una realtà presente da anni nel mondo dell’assistenza alla terza età, riconosciuta a livello nazionale, con sede a Monterosso Calabro ma con ospiti e collaboratori provenienti anche dai comuni vicini.

E per questo che latte, pasta e zucchero sono stati recapitati, nella giornata di ieri alle amministrazioni di Polia, Monterosso, Capistrano e Gerocarne (dove ha sede il centro Emmaus) per manifestare, con un gesto di vicinanza sociale, attenzione alle popolazioni.

Il Comune di Polia, per conto del sindaco Domenico Amoroso ha inteso rivolgere un «pubblico ringraziamento al dottor Antonio Soccorso Capomolla», amministratore della struttura, evidenziando «la particolare sensibilità dell’azienda verso quanti, in questo momento, vivono in condizioni di disagio economico e sociale».

Per questo le famiglie con bambini in età scolare sono state invitate a recarsi in Comune per la consegna di un dono che, oltre all’aspetto materiale, assume grande importanza per il contributo solidale che offre alle coppie con bambini, ora in grave difficoltà. «Un contributo generoso – conclude Domenico Amoroso – che, sull’esempio della famiglia Capomolla, costituirà certamente valido stimolo per nuovi gesti di vicinanza da parte delle altre realtà operanti sul territorio».

Coronavirus: viaggio nella Rsa di Monterosso, modello virtuoso anti-contagio – Video

Informazione pubblicitaria