Scuola-lavoro, progetto del “Vinci” di Nicotera preso a modello da Anpal

La società che svolge assistenza per conto del Miur ha inserito il liceo Classico nicoterese tra gli istituti con i migliori progetti di alternanza
La società che svolge assistenza per conto del Miur ha inserito il liceo Classico nicoterese tra gli istituti con i migliori progetti di alternanza
Informazione pubblicitaria

Un prestigioso riconoscimento è stato conferito al liceo Classico “Bruno Vinci” di Nicotera. L’Anpal servizi spa, società che svolge attività di assistenza tecnica per la ex alternanza scuola-lavoro per conto del Miur, ha comunicato alla scuola che il progetto “Vivo il territorio” è entrato a far parte della raccolta delle “Buone prassi” di progetti di alternanza; raccolta che Anpal sta organizzando dal novembre 2018 a valere sugli oltre 1000 istituti superiori con cui opera.

Il progetto selezionato è nato da una collaborazione pluriennale, dal 2015 ad oggi, con il Sistema bibliotecario vibonese. Il percorso ha avuto come obiettivo quello di migliorare la comprensione del territorio attraverso la conoscenza della sua storia, della sua arte e della sua cultura. L’esperienza di Asl consegue dalla costante attività di costruzione di rapporti e relazioni promossa dall’istituto scolastico con le realtà del territorio vibonese. Gli operatori del Sbv si sono interfacciati con i referenti della scuola, coordinatore e tutor Asl, al fine di individuare i livelli di partenza dei ragazzi rispetto alle competenze previste dal profilo educativo, culturale e professionale dell’indirizzo, nello specifico: lo studio delle discipline in una prospettiva sistematica, storica e critica; l’esercizio di lettura, di analisi e di traduzione dei testi letterari, filosofici, scientifici, saggistici nonché dell’interpretazione delle opere d’arte; l’uso dei laboratori per l’insegnamento delle discipline; saper argomentare e confrontarsi; saper esporre in forma corretta, pertinente, efficace e personale sia nella forma parlata che scritta; l’uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca ed anche rispetto alla formazione in merito alle tematiche della sicurezza.

La progettazione del percorso di Asl è stata realizzata in riferimento alla figura professionale di operatore di biblioteca, gli studenti hanno potuto sperimentare tutte le sfumature di tale professione: si è promossa la consapevolezza dell’eredità culturale, l’apprezzamento delle arti, la comprensione delle scoperte e innovazioni scientifiche, stimolando l’immaginazione e la creatività. Gli studenti hanno svolto nella prima fase del progetto un lavoro di ricerca guidata sull’argomento assegnato, sono seguiti poi una serie di incontri con esperti del settore che hanno guidato i ragazzi nell’elaborazione e creazione dei prodotti finali (organizzazione e animazione eventi; creazione di racconti; brochure e manifesti; oggetti di vario genere). In seguito le attività sono proseguite facendo partecipare gli studenti ad un laboratorio di catalogazione libraria ed un laboratorio di scrittura guidato dallo scrittore Mimmo Gangemi. I ragazzi, suddivisi in gruppi di lavoro, hanno organizzato convegni letterari e sulla legalità, creando storybook, i manifesti, le brochure degli eventi.

Tale percorso di apprendimento ha contribuito a far acquisire competenze flessibili e trasversali alle discipline del curriculum. E proprio per rendere visibile il prezioso lavoro svolto dagli studenti dell’Istituto in materia di alternanza scuola-lavoro, Anpal ha deciso di pubblicare prossimamente il catalogo sulle “Buone prassi” inserendo tra gli altri anche il progetto del “Vinci” di Nicotera.