Briatico, Emiliano ottiene il parcheggio per disabili: «Grazie di cuore»

Il 44enne costretto su una sedia a rotelle vince la sua battaglia e ora punta l'attenzione sulle spiagge: "Servono le passerelle"
Il 44enne costretto su una sedia a rotelle vince la sua battaglia e ora punta l'attenzione sulle spiagge: "Servono le passerelle"
Informazione pubblicitaria
Emiliano Artusa

Avevamo raccontato la sua storia proprio attraverso le nostre pagine. Emiliano Artusa, 44 anni, lamentava la scarsa sensibilità della sua Briatico nei confronti delle persone con disabilità. Così, a bordo della sua sedia a rotelle, ci aveva accompagnato per le vie della città del mare, illustrando le difficoltà – per chi ha problemi di mobilità – anche ad accedere agli uffici comunali siti al piano superiore. Tra le criticità, l’uomo lamentava la mancanza di un parcheggio per disabili nei pressi della sua abitazione. Nei giorni scorsi, dopo un iter lungo settimane, la situazione si è sbloccata e sono state apposte le tanto attese strisce gialle: «Sono davvero contento – ci racconta Emiliano – manca solo il cartello e poi la vicenda del posto auto si può dire chiusa». Adesso, finalmente, potrà scendere dal proprio mezzo senza difficoltà e soprattutto «senza disturbare gli altri proprietari di auto per chiedergli di spostarle».

Per l’uomo, si tratta di una piccola conquista in un territorio dove spesso i diritti degli ultimi vengono dimenticati: «Voglio ringraziare la vigilessa Maria Diano, il comandante della Municipale e i commissari che hanno preso a cuore la mia richiesta e si sono prodigati per espletare le pratiche nel più breve tempo possibile», spiega ancora. Adesso, con la bella stagione alle porte, gli occhi sono puntati sull’accessibilità alle spiagge. Mancano passerelle per permettere alle carrozzine di raggiungere l’arenile: «Anche su questo argomento, tanto caro anche alle associazioni locali – ha concluso infine Emiliano – dal Comune mi hanno assicurato massimo impegno».