Addio a donna Pina D’Aguì, il cuore di Vibo perde un’altra icona

Titolare di un noto negozio di abiti da cerimonia su corso Vittorio Emanuele III, durante la sua pluridecennale attività vestì migliaia di sposi provenienti da tutta la provincia
Titolare di un noto negozio di abiti da cerimonia su corso Vittorio Emanuele III, durante la sua pluridecennale attività vestì migliaia di sposi provenienti da tutta la provincia
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Giuseppina De Lorenzo (donna Pina D’Aguì)

Otto figli. E una moltitudine di nipoti e pronipoti, per i quali è stata anche una seconda madre. Donna Pina d’Aguì – così era conosciuta a Vibo Valentia e provincia – non ha tagliato il traguardo in cui tutti i familiari speravano: il secolo di vita. Ma poco importa, visto che ha spento comunque 98 candeline prima di congedarsi dagli affetti più cari.

Con la sua morte se ne va un’altra figura storica della città. Storica non tanto per la veneranda età raggiunga, ma per ciò che Giuseppina De Lorenzo (questo il suo nome di battesimo) ha rappresentato per moltissimi concittadini che, nel tempo, alla sua maestria hanno fatto ricorso per preparare il giorno più bello della propria vita: Donna Pina D’Aguì ha infatti vestito migliaia di spose e sposi provenienti da ogni dove nei suoi oltre 70 anni di attività lavorativa.

Un’attività condotta tanto al tempo in cui il capoluogo costituiva un luogo magico e attrattivo per l’intera provincia, quanto nei tempi recenti, quando iniziava il declino sociale che ha condotto la città alle evidenti difficoltà dei giorni nostri. Il suo negozio, posizionato proprio di fronte al Convento delle Clarisse, è stato punto di riferimento anche per intere generazioni di commercianti che, proprio su corso Vittorio Emanuele III, hanno poi dato vita alle proprie attività. Con la morte di Donna Pina si chiude un’epoca. Ma non la speranza che, sulla scorta dell’esempio fornito da operatori commerciali come lei, quest’area della città possa tornare a rappresentare ancora, domani, il cuore pulsante di una Vibo Valentia capace di rinascere.

Informazione pubblicitaria