Tropea dichiara guerra ai camperisti: «Occupano parcheggi e sporcano»

Sosta vietata (pena rimozione, multa e denuncia) sul lungomare e nelle aree sottoposte a vincolo ambientale. Consentito stallo di tre ore, a tariffa maggiorata, al parcheggio “La pineta”
Sosta vietata (pena rimozione, multa e denuncia) sul lungomare e nelle aree sottoposte a vincolo ambientale. Consentito stallo di tre ore, a tariffa maggiorata, al parcheggio “La pineta”
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Divieto di sosta con rimozione per tutti i veicoli abitualmente utilizzati per praticare ogni forma di campeggio o accampamento lungo il litorale marino e la parte di territorio comunale sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale». Il Comune di Tropea dichiara “guerra” ai camper e li mette al bando dal lungomare e da tutti gli altri siti sottoposti a vincolo ambientale.

È questo il contenuto della recente ordinanza vergata dal sindaco Giovanni Macrì che impartisce precise disposizioni in merito alla presenza di camper e caravan in città nel periodo estivo. Le premesse dalle quali muove l’atto sono un vero e proprio atto d’accusa contro – a quanto pare – un diffuso malcostume. «Spazi di sosta frequentemente utilizzati da caravan e autocaravan, con fini di campeggio e/o accampamento e quindi prevalentemente in modo inappropriato» danno luogo a «un considerevole degrado ambientale derivato dall’abbandono di materiale di ogni genere sulla sede stradale, con il conseguente pericolo, nella concomitanza di particolari condizioni atmosferiche, che si sviluppino sgradevoli problematiche di carattere igienicosanitario». Ancora, per il Comune, «le dimensioni degli stalli individuati nei parcheggi e lungo la strada della zona marina non consentono la sosta regolare delle autocaravan, a causa della sagoma dei veicoli eccedenti la dimensione stessa degli stalli; contestualmente si rileva la sosta frequente e per lungo tempo di autocaravan, che limitano il normale alternarsi dei veicoli in sosta oltre ad intralciare la normale movimentazione dei veicoli regolarmente in sosta; nella zona marina – si rileva ancora – ci sono adeguate strutture ricettive dedicate al campeggio ed alla sosta di tale categoria di veicoli».

Quindi il cuore del provvedimento che impone «il divieto di sosta con rimozione per tutti i veicoli abitualmente utilizzati per praticare ogni forma di campeggio o accampamento lungo il litorale marino e la parte di territorio comunale sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale. I predetti veicoli potranno sostare, per un periodo non superiore alle 3 ore, nel parcheggio denominato “La pineta” previo versamento della tariffa maggiorata del 50 per cento. La sosta dei veicoli rimane vietata, anche in tale area dedicata, nella fascia oraria 22.30 alle ore 08». Chi dovesse contravvenire a tale disposizione va incontro a rimozione forzata e sanzione amministrativa pecuniaria da 125 euro a 500 euro nonché ad una denuncia penale.

Informazione pubblicitaria